/ Cuneo e valli

Spazio Annunci della tua città

Frazione Diano Serreta, a soli 3,5 km dalle spiagge in splendida posizione con vista mare, vendesi casa...

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Da ristrutturare, su due piani con cantina interrata, portico annesso e garage esterno a parte, con terreno annesso di...

Affittasi trilocale 4/6 posti letto in Residence Blue Marine. Uso degli impianti sportivi piscina tennis bocce palestra...

Che tempo fa

Cerca nel web

Cuneo e valli | mercoledì 12 luglio 2017, 09:18

“Il diploma, un traguardo impensato cinque anni fa”: la storia di Marco con difficoltà comunicative e relazionali

“Grazie ai professori Bracco, Diomaiuto e Lerda del Grandis di Cuneo che mi sono stati vicino e mi hanno fatto superare i momenti più difficili”

Marco in gita in Germania insieme alla prof. Eliana Lerda

Marco ha 19 anni, vive a Borgo San Dalmazzo e nel 2012 iniziava le scuole superiori all'Istituto Professionale Statale per il Commercio Sebastiano Grandis di Cuneo. Un percorso lungo e complesso per lui, che tutti i giorni deve fare i conti con difficoltà comunicative e relazionali.

Tanti, tantissimi gli ostacoli che tuttavia non gli hanno impedito di conseguire, a giugno di quest'anno, l'agognata maturità.

“Devo ringraziare il supporto dei miei insegnanti – ci tiene a dire Marco -: sono stato coadiuvato nel mio percorso di studi dal professor Ermanno Bracco e dalla professoressa Anna Maria Diomaiuto. Grazie anche alla vicepreside Eliana Lerda. Mi sono stati molto vicini e con loro ho stretto un rapporto umano”.

Le difficoltà comunicative e relazionali sono state superate anche grazie all'aiuto dei suoi compagni di classe: “Il ricordo più bello è legato alla gita in Germania, un momento di inclusione molto importante dove mi sono sentito parte del gruppo. Grazie ai compagni e alle tante compagne della 5^ A”.

In cinque anni sono stati tanti i momenti di difficoltà: “In quarta superiore, quando le crisi di ansia stavano prendendo il sopravvento, ho anche pensato di mollare tutto. È stata la spinta dei miei professori a farmi andare avanti e a credere nelle mie capacità. Il giorno dell'orale, dopo aver ricevuto i complimenti degli insegnanti, ad attendermi fuori c'erano i miei genitori. Devo tanto anche a loro. Sono davvero contento di essermi diplomato. Un traguardo impensato cinque anni fa. A dimostrazione che nessun obiettivo è impossibile. Ultimo ma non certo in ordine di importanza l'aiuto di Paolo Briatore un sostegno fondamentale nel mio processo di crescita e maturità”.

“Il mio futuro? Ora voglio trovare un lavoro”, conclude ottimista Marco.

cristina mazzariello

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore