/ Scuole e corsi

Spazio Annunci della tua città

Pannello solare,Veranda FIAMMA, Portabici FIAMMA 4 canaline, TV e decoder in mobiletto dedicato, Antenna digitale,...

Mi chiamo Andrea Panarese e sono un libraio antiquario. Acquisto libri antichi in Liguria e dintorni. Mi trovate anche...

Società di trasporti a Torino assume autista di scarrabile e bilico con patentino ADR. Inviare curriculum via mail ...

Strepitosa occasione composta da soggiorno più angolo cottura due camere ,,gran terrazzo più grande giardino...

Che tempo fa

Cerca nel web

Scuole e corsi | mercoledì 12 luglio 2017, 10:12

I talenti neodiplomati del Bonelli di Cuneo pronti a partire per un'avventura all'estero

In partenza le sei studentesse neodiplomate dell’I.T.C. Bonelli di Cuneo selezionate per partecipare al progetto TALENTI NEODIPLOMATI 16/17 (finanziato dalla Fondazione C.R.T. di Torino)

Sei studentesse neodiplomate dell’I.T.C. “F.A. Bonelli” di Cuneo stanno iniziando la loro avventura di dodici settimane all’estero. Le loro mete sono in cinque diversi paesi, lì potranno non soltanto studiare la lingua del paese ospite, ma anche svolgere uno stage lavorativo, ampliando il proprio bagaglio culturale e personale in un ambiente cosmopolita ed interculturale.

Il Bonelli partecipa al progetto da oltre dieci anni e più di cinquanta ex-studenti hanno già benefciato di questa esperienza altamente formativa.

Giulia Battaglia, della 5 B R.I.M., si recherà in Spagna, a Madrid, dove potrà approfondire la conoscenza della lingua spagnola e le sue competenze trasversali. Lavorerà in ambito amministrativo, presso un’azienda che fornisce alloggi condivisi a giovani e studenti.Giulia ricorda come il progetto le sia stato presentato durante l’orientamento in terza media: “è sempre stato nei miei pensieri. Hovoluto partecipare perché penso che un'opportunità così grande non si ripeterà un'altra volta nella mia vita”.

Michela Pittavino, della 5 A A.F.M., non pensava che sarebbe stata scelta e pensa di aver convinto la commissione perché si è dimostrata molto determinata e pronta a tutto. “Volevo avere una strada aperta in più nel futuro immediato dopo la scuola”. Si recherà a Montpellier, in Francia dove, dopo aver fatto un corso di approfondimento linguistico di francese, lavorerà in una scuola di lingue prima e in un hotel poi.Michela Dutto, della 5 A R.I.M., è stata la prima a partire, domenica scorsa, decisa a superarsi ed entusiasta di a6rontare nuove s(de. Ha scelto di recarsi ad Amburgo, in Germania, anche per smentire Richard Porson che a6erma: “la vita è troppo breve per imparare il tedesco”.

Alessia Laconi e Gloria Dho, della stessa classe, andranno a Malta, pronte a conoscere persone nuove e di diverse nazionalità, visitare posti mozzafiato e passare un’estate indimenticabile. Lavoreranno presso il corrispondente locale dell’I.T.C., una scuola di lingue nella baia di Saint Paul. Francesca Martini, della 5 C R.I.M., passerà i suoi tre mesi a Salonicco, in Grecia: imparerà i rudimenti del greco moderno ma approfondirà anche l’inglese, lingua veicolare del suo tirocinio in una guest house nel cuore della città vecchia.

“Non sono mai stata in Grecia ma penso che, proprio per questo motivo, questo Paese miriservi moltissime sorprese ed ho intenzione di scoprire tutto il possibile in questi tre mesi”.

In Italia le studentesse lasciano la famiglia e gli amici, felici ed al tempo stesso già nostalgici per la loro partenza: tre mesi sono tanti ed è la prima volta che trascorrono tanto tempo lontane da casa e in un paese straniero. Tre di loro hanno già fatto un’esperienza di tirocinio lavorativo all’estero l’estate scorsa, quando hanno svolto un mese di stage ad Antibes, sempre organizzato dal Bonelli. Gloria ricorda come già durante quello stage sia riuscita a cavarsela in contesti problematici. Ora è emozionata perché prenderà l’aereo per la prima volta. Nel bagaglio, oltre al timore di non sapere affrontare questa avventura, tanta curiosità e voglia di diventare più autonome. Anche se alcune di loro hanno le idee chiare su cosa fare dopo il rientro, il prossimo autunno, tutte si aspettano di tornare profondamente cambiate. “Questa esperienza mi aiuterà a non dare nulla per scontato. Credo che mi farà scoprire meglio chi sono e che cosa voglio” afferma Francesca.

cs

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore