/ Alba e Langhe

Spazio Annunci della tua città

Mi chiamo Andrea Panarese e sono un libraio antiquario. Acquisto libri antichi in Liguria e dintorni. Mi trovate anche...

Società di trasporti a Torino assume autista di scarrabile e bilico con patentino ADR. Inviare curriculum via mail ...

Coldelite 3002 RTX, 12 pozzetti, attrezzature Officine bano, Frigoriferi ISA BT e TN da 700 lt, Montapanna Carpegiani...

Polleria,salumeria,praticamente nuova. Affare in blocco o separatamente i singoli pezzi. Cella frigo, forno,...

Che tempo fa

Cerca nel web

Alba e Langhe | sabato 15 luglio 2017, 16:05

Gao Xingjian, premio Nobel, sul palco di #collisioni17

"Abbattiamo gli ismi e saremo cittadini del mondo"

Gao Xingjian è stato insignito del premio Nobel per la letteratura. La sua poliedricità consente di identificarlo come narratore, drammaturgo, saggista, traduttore e pittore cinese naturalizzato francese. Uno scrittore che può salvarci. Così lo ha definito Filippo Taricco, la mente di Collisioni.

Xingjian si è infatti schierato pubblicamente dopo i fatti di Tienanmen. "Ha avuto il coraggio di alzare la testa e l'abbiamo chiamato su questa piazza, per parlarci di libertà e letteratura". Così lo ha introdotto Taricco.


"Sono stato identificato come dissidente. Io voglio essere un libero pensatore, questa è la natura dello scrittore", ha dichiara to Xingjian.
Ma si può esseri liberi oggi? "Appelliamoci al Rinascimento. Dobbiamo essere senza -ismi. Lo scrittore deve uscire dalla cornice del falsamente ideologico ma deve pensare alla realtà. Lo scrittore deve inoltre assorbire le ricchezze culturali del mondo e poterle condividere. Lo spazio c'è anche per i giovani. Mi rivolgo soprattutto agli studenti. Vi raccomando l'approfondimento. Oggi non ci sono più difficoltà pratiche. Solo così si potrà superare il limite del nazionalismo e delle moltiplico ideologie. Solo così  sarete cittadini del mondo", ha raccontato Xingjian.

Manuela Anfosso

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore