/ Alba e Langhe

Spazio Annunci della tua città

Pannello solare,Veranda FIAMMA, Portabici FIAMMA 4 canaline, TV e decoder in mobiletto dedicato, Antenna digitale,...

Mi chiamo Andrea Panarese e sono un libraio antiquario. Acquisto libri antichi in Liguria e dintorni. Mi trovate anche...

Società di trasporti a Torino assume autista di scarrabile e bilico con patentino ADR. Inviare curriculum via mail ...

Strepitosa occasione composta da soggiorno più angolo cottura due camere ,,gran terrazzo più grande giardino...

Che tempo fa

Cerca nel web

Alba e Langhe | sabato 15 luglio 2017, 16:05

Gao Xingjian, premio Nobel, sul palco di #collisioni17

"Abbattiamo gli ismi e saremo cittadini del mondo"

Gao Xingjian è stato insignito del premio Nobel per la letteratura. La sua poliedricità consente di identificarlo come narratore, drammaturgo, saggista, traduttore e pittore cinese naturalizzato francese. Uno scrittore che può salvarci. Così lo ha definito Filippo Taricco, la mente di Collisioni.

Xingjian si è infatti schierato pubblicamente dopo i fatti di Tienanmen. "Ha avuto il coraggio di alzare la testa e l'abbiamo chiamato su questa piazza, per parlarci di libertà e letteratura". Così lo ha introdotto Taricco.


"Sono stato identificato come dissidente. Io voglio essere un libero pensatore, questa è la natura dello scrittore", ha dichiara to Xingjian.
Ma si può esseri liberi oggi? "Appelliamoci al Rinascimento. Dobbiamo essere senza -ismi. Lo scrittore deve uscire dalla cornice del falsamente ideologico ma deve pensare alla realtà. Lo scrittore deve inoltre assorbire le ricchezze culturali del mondo e poterle condividere. Lo spazio c'è anche per i giovani. Mi rivolgo soprattutto agli studenti. Vi raccomando l'approfondimento. Oggi non ci sono più difficoltà pratiche. Solo così si potrà superare il limite del nazionalismo e delle moltiplico ideologie. Solo così  sarete cittadini del mondo", ha raccontato Xingjian.

Manuela Anfosso

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore