/ Collisioni

Spazio Annunci della tua città

Mi chiamo Andrea Panarese e sono un libraio antiquario. Acquisto libri antichi in Liguria e dintorni. Mi trovate anche...

Società di trasporti a Torino assume autista di scarrabile e bilico con patentino ADR. Inviare curriculum via mail ...

Coldelite 3002 RTX, 12 pozzetti, attrezzature Officine bano, Frigoriferi ISA BT e TN da 700 lt, Montapanna Carpegiani...

Polleria,salumeria,praticamente nuova. Affare in blocco o separatamente i singoli pezzi. Cella frigo, forno,...

Che tempo fa

Cerca nel web

Collisioni | sabato 15 luglio 2017, 18:42

Pietro Grasso a #collisioni2017 porta il tema della mafia e i suoi ricordi di Falcone e Borsellino

Incontro blindatissimo il suo. Bonifica dell'area e servizio di sicurezza massimo per la straordinaria presenza del presidente del Senato, che ha parlato di "Ricordi di mafia"

⁠⁠⁠Per Paolo Borsellino e Giovanni Falcone. Un'incontro, quello che ha visto protagonista Pietro Grasso, il presidente del senato, che guarda al passato ma volge al futuro.

É stato Luca Argentero ad aprire i lavori con una lettera estratta dall'ultimo libro di Grasso, Storia di sangue, amici e fantasmi. Ricordi di mafia. I libri non vanno giudicati dalla copertina ma, quella di questo libro, è da evidenziare. Appare infatti un Pietro Grasso giovane e alle spalle Falcone e Borsellino.

"Il protagonista fantasma del volume è Bernardo Provenzano, che, nonostante la sua morte, porta con se numerosi fantasmi. Dal 1999, ho cominciato a pormi come obiettivo la cattura di Provenzano. Negli anni adottammo la strategia della terra bruciata, tutti intorno a Provenzano", ha raccontato Grasso.
Bastó poi una telefonata, una parola: PRESO. 
Questa cambió la storia del nostro paese, della mafia e quella di Pietro Grasso.

Manuela Anfosso

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore