/ Collisioni

Spazio Annunci della tua città

Pannello solare,Veranda FIAMMA, Portabici FIAMMA 4 canaline, TV e decoder in mobiletto dedicato, Antenna digitale,...

Mi chiamo Andrea Panarese e sono un libraio antiquario. Acquisto libri antichi in Liguria e dintorni. Mi trovate anche...

Società di trasporti a Torino assume autista di scarrabile e bilico con patentino ADR. Inviare curriculum via mail ...

Strepitosa occasione composta da soggiorno più angolo cottura due camere ,,gran terrazzo più grande giardino...

Che tempo fa

Cerca nel web

Collisioni | sabato 15 luglio 2017, 18:42

Pietro Grasso a #collisioni2017 porta il tema della mafia e i suoi ricordi di Falcone e Borsellino

Incontro blindatissimo il suo. Bonifica dell'area e servizio di sicurezza massimo per la straordinaria presenza del presidente del Senato, che ha parlato di "Ricordi di mafia"

⁠⁠⁠Per Paolo Borsellino e Giovanni Falcone. Un'incontro, quello che ha visto protagonista Pietro Grasso, il presidente del senato, che guarda al passato ma volge al futuro.

É stato Luca Argentero ad aprire i lavori con una lettera estratta dall'ultimo libro di Grasso, Storia di sangue, amici e fantasmi. Ricordi di mafia. I libri non vanno giudicati dalla copertina ma, quella di questo libro, è da evidenziare. Appare infatti un Pietro Grasso giovane e alle spalle Falcone e Borsellino.

"Il protagonista fantasma del volume è Bernardo Provenzano, che, nonostante la sua morte, porta con se numerosi fantasmi. Dal 1999, ho cominciato a pormi come obiettivo la cattura di Provenzano. Negli anni adottammo la strategia della terra bruciata, tutti intorno a Provenzano", ha raccontato Grasso.
Bastó poi una telefonata, una parola: PRESO. 
Questa cambió la storia del nostro paese, della mafia e quella di Pietro Grasso.

Manuela Anfosso

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore