/ Collisioni

Spazio Annunci della tua città

Pannello solare,Veranda FIAMMA, Portabici FIAMMA 4 canaline, TV e decoder in mobiletto dedicato, Antenna digitale,...

Strepitosa occasione composta da soggiorno più angolo cottura due camere ,,gran terrazzo più grande giardino...

Vendo Guantoni Vandal Pelle Neri da Sacco Taglia L Usati Pochissimo (praticamente nuovi) Posso inviare altro foto ...

Vendo Sacco Punchbag Box Paracolpi Pesante Leather Pro International Professionale Usato Pochissimo (praticamente...

Che tempo fa

Cerca nel web

Collisioni | domenica 16 luglio 2017, 12:24

Tra i partecipanti a #collisioni2017 anche Nuvola, coniglietto e "compagno di vita"

Tra le vie di Barolo anche Nuvola, coniglio testa di leone

C'è chi accudisce cani, chi gatti. Chi preferisce canarini e pappagalli. Poi capita di scorgere, tra le vie di Barolo, un batuffolo di cotone dalle orecchie lunghe, che se ne sta quieto sulla spalla della sua padrona - o meglio, "compagna di lavoro e di vita".

"Nuvola mi accompagna ovunque vada, anche in viaggio", racconta Willy Ghia, events planner e PR di Torino: "A volte, in aereo, capita venga aggredita verbalmente dalle persone perché occupo un posto per la gabbietta. Pago il posto come si trattasse di un adulto, ma le persone non capiscono e capita m'insultino".

'Nuvola', nome scelto poiché "è letteralmente venuto dal paradiso", ha 4 mesi ed è un coniglio testa di leone. "Ho sempre avuto conigli, sin da bambina - prosegue Ghia - i miei genitori mi hanno sempre abituata a vivere con loro, e i conigli lo sentono. Ci scegliamo. Prima di Nuvola c'era sua mamma, Remilla, che è stata la guest star della cena in bianco organizzata in piazza San Carlo a Torino". "Remilla era la mia compagna di affari: durante gli incontri con i partner, se una persona le piaceva, ne mordicchiava il biglietto da visita. È questione di odori, di energia. Ho sempre seguito i suoi 'consigli' e devo dire che non ha mai sbagliato".

Eppure i conigli non sono conosciuti per essere addomesticabili. Ma la signora Ghia, lunghi capelli biondi e sorriso aperto, ha il suo metodo: "Quando sono molto piccoli li tengo in uno zainetto più piccino e ogni giorno gli faccio ascoltare un rumore diverso. Prima li porto in una via pedonale, poi al mercato, poi su un mezzo pubblico. Di volta in volta si abituano: è un percorso di crescita, che condividiamo passo passo".

Federica Cucci

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore