/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Mi chiamo Andrea Panarese e sono un libraio antiquario. Acquisto libri antichi in Liguria e dintorni. Mi trovate anche...

Società di trasporti a Torino assume autista di scarrabile e bilico con patentino ADR. Inviare curriculum via mail ...

Coldelite 3002 RTX, 12 pozzetti, attrezzature Officine bano, Frigoriferi ISA BT e TN da 700 lt, Montapanna Carpegiani...

Polleria,salumeria,praticamente nuova. Affare in blocco o separatamente i singoli pezzi. Cella frigo, forno,...

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | lunedì 17 luglio 2017, 20:41

Resi noti i vincitori del 45 Concorso Enologico Nazionale Douja D’Or

“Il punteggio finale attribuito ad ogni campione - spiega Alessandria - è il risultato della media delle valutazioni dei componenti la commissione, escludendo la votazione più alta e quella più bassa."

21 regioni partecipanti, 863 vini presentati, 175 case produttrici premiate, 299 vini premiati, 48 Oscar.

Sono i numeri del Concorso Enologico Nazionale Douja D’Or, presentato ad Asti, in Camera di Commercio, lunedì 17 luglio.

La manifestazione, seleziona il meglio del patrimonio enologico del nostro Paese, in base ad una soglia di valutazione, quest’anno ancora più elevata, segno di una costante crescita e ricerca da parte delle aziende che vogliono raggiungere standard sempre più elevati.

Il Presidente della Camera di Commercio di Asti, Erminio Goria spiega: "Tra i 90 produttori piemontese che hanno ottenuto il riconoscimento, ben 40 sono della Provincia di Asti. Ben 7 gli Oscar dell’astigiano (2 lo scorso anno). Abbiamo assistito a un incremento della qualità delle produzioni vinicole presentate in degustazione, segno di una costante crescita e ricerca da parte delle aziende del territorio per raggiungere sempre più alti livelli qualitativi."

Anche i dati nazionali premiano la qualità. Rispetto ai 24 Oscar del 2016, si è passati a 48.

L’organizzazione del Concorso è stata affidata anche quest’anno all’Onav (Organizzazione Nazionale Assaggiatori Vino) che ha sede nazionale ad Asti ed è diretta da Michele Alessandria.

Il punteggio finale attribuito ad ogni campione - spiega Alessandria - è il risultato della media delle valutazioni dei componenti la commissione, escludendo la votazione più alta e quella più bassa. In più da quest’anno è stato inserito un tetto massimo per i vini premiati pari al 35%. Tale tetto non è stato raggiunto anche se ci si è avvicinati molto. Il 2017 è stata un’ottima annata come confermato dai tanti Oscar."

La 51 edizione della Douja d’Or si terrà ad Asti dall’8 al 17 settembre.

Betty Martinelli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore