/ Eventi

Spazio Annunci della tua città

Pannello solare,Veranda FIAMMA, Portabici FIAMMA 4 canaline, TV e decoder in mobiletto dedicato, Antenna digitale,...

Strepitosa occasione composta da soggiorno più angolo cottura due camere ,,gran terrazzo più grande giardino...

Vendo Guantoni Vandal Pelle Neri da Sacco Taglia L Usati Pochissimo (praticamente nuovi) Posso inviare altro foto ...

Vendo Sacco Punchbag Box Paracolpi Pesante Leather Pro International Professionale Usato Pochissimo (praticamente...

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | lunedì 17 luglio 2017, 19:28

Persone da tutto il mondo e la statua della Madonna di Fatima alla Festa della vita

Quattro giorni di festa e di incontro alla comunità, il Cenacolo di Suor Elvira. Sabato la statua della Madonna di Fatima arrivata in elicottero. Eventi, preghiere e musical biblicoin 8 lingue. Fotogallery Mauro Piovano

Saluzzo, collina di San lorenzo, l'arrivo della statua della madonna di Fatima alla Festa della vita

Migliaia di persone da tutta Europa e dagli Stati Uniti, dalle oltre sessanta Fraternità sparse nel mondo, hanno partecipato ad incontri, rosari, preghiere, catechesi, testimonianze, celebrazioni eucaristiche ed eventi della Festa della vita che si è chiusa, con la messa ieri mattina (domenica 16 luglio ) presieduta da mons. Jaume Pujol Balcells, Arcivescovo di Tarragona.

Un clima di festa, fede, gioia,  in questi quattro giorni, che ha avuto momenti particolarmente intensi. Tra questi, l’arrivo sabato mattina, in elicottero della statua della Madonna pellegrina di Fatima, accolta da un tripudio di fazzoletti bianchi, accompagnata dalla rievocazione storica, a cento anni di distanza, delle apparizioni di Maria ai tre pastorelli di Fatima: Lucia dos Santos, Francisco e Giacinta Marto.

Centinaia di palloncini bianchi e azzurri  lanciati in cielo da tantissimi bambini e la processione della statua, trasportata sotto la gigantesca tensostruttura, dove nel pomeriggio, si è celebrata la messa presieduta dal vescovo di Saluzzo Cristiano Bodo. Presente il vicesindaco di Saluzzo  Franco Demaria e il prefetto di Cuneo Giovanni Russo. Percepibile l'atmosfera di grande raccoglimento e partecipazione.

La  statua aveva fatto sosta  nella mattinata a Pagno, nella casa dove vive madre Elvira, le cui condizione di salute non le hanno permesso, come lo scorso anno,  di  essere presente alla Festa della Vita. Il 16 agosto del 1983 suor Elvira Petrozzi aveva iniziato qui, sulla collina, nella villa concessa dal comune di Saluzzo, la sua grande avventura, accogliendo giovani tossicodipendenti  e persone in difficoltà.  

A proteggere la sua idea che si attuava, anche allora c’era  la statua di una Madonnina  sul muro d’ingresso della casa, dove è  tutt’ora.  

Circa 6 mila persone, sabato sera nel Villaggio della Pace ed ad assistere al nuovo recital  “Credo  in Gesù nato da Maria”  che ha visto in scena  il cast di giovani della comunità di  Suor Elvira, con  scenografia, costumi, luci, effetti speciali, impianto audio ad alto  livello.

Anche per il recital, come per  tutti gli altri momenti del programma, gli stranieri hanno potuto seguire grazie alla traduzione simultanea in 7  lingue, oltre l’italiano: polacco, slovacco, francese, inglese, tedesco, spagnolo, croato. Centinaia di sacerdoti  e  code per le confessioni in tutte le lingue.  

Migliaia  i pass distribuiti, centinaia di volontari e amici delle fraternità  impegnati nei vari servizi del villaggio, dal punto informazioni all’ingresso della  casa madre . Un centinaio  gli uomini  del Coordinamento provinciale volontari della Protezione Civile del Saluzzese, impegnati nella regolamentazione del traffico sulla collina, che ha visto  la chiusura al traffico veicolare per quattro giorni, consentito solo ai residenti o ai mezzi  muniti di pass, ai pullman navetta e a quelli prenotati. 

 

vilma brignone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore