/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Pannello solare,Veranda FIAMMA, Portabici FIAMMA 4 canaline, TV e decoder in mobiletto dedicato, Antenna digitale,...

Mi chiamo Andrea Panarese e sono un libraio antiquario. Acquisto libri antichi in Liguria e dintorni. Mi trovate anche...

Società di trasporti a Torino assume autista di scarrabile e bilico con patentino ADR. Inviare curriculum via mail ...

Strepitosa occasione composta da soggiorno più angolo cottura due camere ,,gran terrazzo più grande giardino...

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | lunedì 07 agosto 2017, 11:03

Fossano, l'O.S.A.P.P. scrive al direttore del carcere: "Il cibo della mensa è immangiabile!"

Riceviamo e pubblichiamo la lettera che l'O.S.A.P.P. ha inviato al direttore del carcere di Fossano: al centro il servizio mensa (che ricordiamo essere gratuito)

Foto generica

Riceviamo e pubblichiamo la lettera che l'O.S.A.P.P. ha inviato al direttore del carcere di Fossano: al centro il servizio mensa (che ricordiamo essere gratuito)

"Egregio Signor Direttore, è il momento di dire basta!

Le chiediamo: quando inizierà a far rispettare anche il benessere della Polizia Penitenziaria? Il personale è importante, degno di considerazione e da aiutare nello svolgimento del suo difficile lavoro. Ci creda, è difficile per la Polizia Penitenziaria svolgere ed affrontare quotidianamente il proprio lavoro osservando le buone prassi di equilibrio equità correttezza non perdendo mai la dignità sia professionale che personale. Di questo crediamo sia urgente parlare e discuterne con il rispetto che ci è dovuto, basta con la fredda vicinanza riguardo al nostro benessere.

Il cibo proposto alla M. O. S. di Fossano, è semplicemente immangiabile. Diciamo basta a questa vergogna! E ci auspichiamo che la Direzione sia al nostro fianco a dire anch'essa basta. Il personale ha diritto ad uno spazio mensa degno dei requisiti di legge e dignitoso della persona: piatti bruciacchiati o mal cucinati, di scarsa qualità e quantità.

Questa O. S., qualora non verrà ascoltata, inizierà a chiedere le dovute autorizzazioni per indire un sit-in ad oltranza per manifestare contro i responsabili che persistono nella umiliazione della Polizia Penitenziaria proponendo cibo non degno di essere considerato tale. Non è da sottovalutare, in ultimo, l'ipotesi circolante secondo la quale il pasto serale non viene testé preparato ma riscaldato e ricavato dagli avanzi del pranzo.

Al Signor Provveditore Regionale si chiede, cortesemente, di monitorare e vigilare sull'argomento per garantire tempi e risoluzioni rapide e non più differibili. Al Signor Direttore per le dovute considerazioni e i doverosi provvedimenti.

In attesa di cortese urgentissimo riscontro, cordiali saluti.

Il Delegato Provinciale OSAPP Vincenzo Vozzo"

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore