/ Eventi

Spazio Annunci della tua città

Delizioso monolocale a 800 mt dal mare, ideale come seconda casa, completamente arredato con struttura divano letto e...

Causa trasloco vendo stufa in ottime condizioni (usata 3 anni) Vi prego di valutare le caratteristiche sul sito...

Pannello solare,Veranda FIAMMA, Portabici FIAMMA 4 canaline, TV e decoder in mobiletto dedicato, Antenna digitale,...

Strepitosa occasione composta da soggiorno più angolo cottura due camere ,,gran terrazzo più grande giardino...

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | sabato 12 agosto 2017, 08:43

Mondovì: la pioggia bagna la cerimonia d'apertura della 49ma mostra dell'artigianato artistico (FOTO)

Un temporale provoca una breve interruzione dell'inaugurazione della tradizionale kermesse estiva, che quest'anno conta più di 100 espositori, molti dei quali provenienti da fuori provincia

"Mostra bagnata, mostra fortunata": questo è stato lo slogan più gettonato fra le autorità politiche che nel pomeriggio di venerdì 11 agosto hanno preso parte alla cerimonia inaugurale dell'edizione numero 49 della mostra dell'artigianato artistico di Mondovì, interrotta per una decina di minuti da un acquazzone abbattutosi su piazza Maggiore.

La pioggia non ha tuttavia spazzato l'ottimismo e le speranze che, come di consueto, accompagnano la tradizionale kermesse dell'estate monregalese, che quest'anno annovera ai nastri di partenza oltre 100 espositori, il 70% dei quali proviene da fuori provincia. Non si esagera dunque a definire l'evento "una fiera di matrice nazionale", a maggior ragione se si considera che, grazie all'interessamento dell'ex ministro Enrico Costa, ha ottenuto per la seconda volta consecutiva il patrocinio del MiBACT (Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo).

A introdurre la manifestazione è stato Mattia Germone, presidente de "La Funicolare", associazione che da un quadriennio a questa parte cura l'organizzazione della manifestazione: "Sono onorato di dare il benvenuto a tutti coloro che hanno intrapreso un lungo viaggio per essere qui quest'oggi - ha dichiarato -. Desidero ringraziare le autorità, i partner, gli operai che hanno ridotto ai minimi termini il cantiere in piazza per aumentare la superficie calpestabile a disposizione dei visitatori, i soci, i volontari e gli amici della nostra associazione, che hanno dedicato più di 22 ore del loro tempo ad allestire la fiera, e il comando di polizia municipale, che ci accompagna in questa avventura nell'attuazione delle normative per la tutela della pubblica sicurezza".

Dopodiché, Germone ha chiamato sul palco "Roby Masante e Walter Cavallero, i due ideatori storici della mostra dell'artigianato artistico", per poi spiegare che "l'allestimento scelto quest'anno (centinaia di piccole mongolfiere sospese sopra le teste di residenti e turisti, ndr) vuole sottolineare il ruolo centrale svolto dai palloni aerostatici a livello turistico per Mondovì, dove è presente l'unico balloonporto d'Europa, che lunedì accoglierà gli espositori che vorranno provare l'ebbrezza del volo vincolato (e che, a settembre, ospiterà i campionati italiani di mongolfiere, ndr). Infine, per sottolineare il ricambio generazionale, segnalo che l'antico palazzo di città ospita due figli d'arte: si tratta di Gioele Perano, figlio della celebre artista Persea, e di Gianmario Vigna, figlio di Guido. Loro rappresentano il futuro e la continuità all'interno di quest'appuntamento ormai quasi cinquantennale".

Ha poi preso la parola il sindaco, Paolo Adriano: "Siamo alla soglia dei 50 anni di mostra - ha asserito -. Ciò testimonia l'affezione e il gradimento nei confronti dell'evento cardine dell'estate monregalese. Anche quest'anno torna il binomio arte-artigianato, con la presenza di numerosi artisti e con i musei cittadini aperti: un bagaglio di saperi importante e significativo, da tramandare alle nuove generazioni".

Al termine del discorso del primo cittadino, si sono succeduti al microfono, nell'ordine, Giandomenico Genta (presidente Fondazione CRC), Sergio Di Steffano (consigliere provinciale e sindaco di Garessio) e Rocco Pulitanò (consigliere ATL del Cuneese): il primo ha precisato che "49 edizioni non si raggiungono casualmente, significa che tante persone hanno voluto proseguire la tradizione. Mondovì è un perno della nostra Fondazione", il secondo ha portato i saluti del presidente della Provincia di Cuneo, Federico Borgna, ricordando poi i tempi in cui frequentava le scuole di Piazza, e infine il terzo ha affermato che "la mostra è un evento che promuove e valorizza il territorio, fulgido esempio di lungimiranza politico-amministrativa. Come ATL stiamo lavorando alacremente per riportare il Giro d'Italia nel Monregalese".

Poi, il temporale a costretto tutti "ai box" per circa 600 secondi, prima di concedere una breve tregua che ha reso possibili gli ultimi tre interventi in scaletta, a cominciare da quello di Ferruccio Dardanello, anima storica del turismo e dello sviluppo economico in "Granda": "Questo è un momento emozionante per chi è di Mondovì, in una delle più belle piazze d'Italia. Speriamo che l'inaugurazione odierna sia il preludio per una cinquantesima edizione con i fiocchi".

A chiudere la girandola delle dichiarazioni sono stati il presidente dell'AsCom Confcommercio, Carlo Giorgio Comino ("Questo territorio deve tornare a fare sistema con Mondovì in cabina di regia e mi auguro che questa nuova amministrazione possa far sì che ciò accada in maniera rapida. Ringrazio coloro che vorranno lavorare con noi nei prossimi mesi e anni") e il vicepresidente della Confartigianato provinciale, Luca Crosetto ("Apprezziamo questo tipo di iniziative e vorremmo collaborare con chi porta avanti la mostra da tanti anni").

Infine, è stata la volta del taglio del nastro e del tour delle autorità fra gli stand espositivi, sospeso a metà di via Gallo per il sopraggiungere di un nuovo rovescio temporalesco.

Alessandro Nidi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore