/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | lunedì 21 agosto 2017, 07:00

Turismo in Piemonte... così non va. Il punto di Beppe Gandolfo

In Piemonte il turismo è cresciuto, e parecchio. Ma la strada è ancora lunga e la scalata in classifica assolutamente possibile. Occorre, però, cambiare rotta e fare maggiormente sistema

Turismo in Piemonte... così non va. Il punto di Beppe Gandolfo

Tutti in vacanza e tutti a parlare di turismo. Ma facciamo un po’ di chiarezza. L’Italia è il quinto Paese più visitato al mondo: i dati 2016 del World Travel and Tourism Council certificano che la nostra industria turistica vale 70,2 miliardi di euro (4,2% del Pil) che salgono a 172,8 miliardi di euro (10,3% del Pil), se si aggiunge anche l’indotto. Dal punto di vista occupazionale sono circa 2,7 milioni i lavoratori nel settore. A precedere il nostro Bel Paese, in ordine di classifica, la Francia, poi gli Usa, la Spagna e la Cina.

Con oltre 13,6 milioni di presenze, il Piemonte si piazza all’11° posto fra le regioni italiane. Dominano la classifica il Veneto, con 63,2, la Toscana con 44,3 milioni e la Lombardia con 37,8 milioni.

Il turismo, dunque, si conferma come un settore rilevante nell’economia piemontese, ancora con grandi potenzialità e significativi margini di crescita. Per quanto riguarda invece la distribuzione percentuale delle presenze turistiche nelle province piemontesi risulta in testa Torino con il 48,8% del dato complessivo regionale e, a seguire, vi sono Verbano-Cusio-Ossola (19,5%), Cuneo (12,4%), Novara(7,8%) e Alessandria (5,0%).

Si può fare di più? Certamente. In Piemonte il turismo è cresciuto, e parecchio. Ma la strada è ancora lunga e la scalata in classifica assolutamente possibile. Occorre, però, cambiare rotta e fare maggiormente sistema. Se andate in Provenza nessuno vi chiederà dove siete stati: basta dire Provenza. Da noi invece prevale ancora il campanilismo. Quando realizzo un servizio televisivo sulla montagna, per esempio da Bardonecchia, mi arrivano le velate critiche da parte degli operatori di Limone Piemonte. Se parlo della Fiera del Tartufo immediatamente c’ è chi protesta perché non parlo di marroni, nocciole, formaggi o altri prodotti piemontesi.

E dire che il Piemonte ha tutto: la montagna e i laghi, le colline e le residenze sabaude, l’ enogastronomia e la cultura …siamo fra i migliori al mondo. Basterebbe imparare a fare sistema, a lavorare insieme, a superare i campanili. Diventiamo tutti noi i primi sponsor del Piemonte e vedrete che, pian piano, scaleremo la classifica e abbandoneremo quel desolante undicesimo posto.

Beppe Gandolfo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore