/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Scooter usato con tettino parapioggia batterie ok funziona tutto con gomme e camera d`aria.

Ducato 160 CV, super accessoriato, 2 condizionatori, gruppo elettrogeno Honda 3 Kw con accensione automatica, pannelli...

Delizioso monolocale a 800 mt dal mare, ideale come seconda casa, completamente arredato con struttura divano letto e...

Causa trasloco vendo stufa in ottime condizioni (usata 3 anni) Vi prego di valutare le caratteristiche sul sito...

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | martedì 12 settembre 2017, 20:23

Cuneo tra le 46 candidate a Capitale della cultura

La presentazione oggi in Commissione consiliare e in Conferenza stampa

Oggi, martedì 12 settembre in conferenza stampa, l'amministrazione cittadina di Cuneo ha presentato la manifestazione di interesse al bando per la Capitale della Cultura 2020. 

L'amministrazione dovrà depositare entro il 15 settembre un dossier con il programma e l'organizzazione delle attività, ed entro il 15 novembre saranno scelte le dieci città finaliste.

La città Capitale della cultura 2020 sarà definita entro il 31 gennaio 2018. 

"La candidatura a Città capitale della cultura 2020 nasce da una sollecitazione di un comitato di cittadini che ha richiesto al Sindaco di firmare la manifestazione di interesse" ha spiegato l'Assessora alla Cultura Cristina Clerico, durante la Commissione Consiliare svoltasi prima della Conferenza stampa.

I cittadini proponenti sono Stefania Belmondo, Roberto Audisio, Alessandro Bonino, Francesca Salvatico, Andrea Borri e il primo contributo è arrivato da Fondazione CRC, Camera di commercio e Fondazione Artea.

"L'area di riferimento non è soltanto la città di Cuneo, ma anche le città di Fossano, Savigliano, Saluzzo e Mondovì, un territorio di frontiera, vissuto non come confine ma come canale di comunicazione - ha continuato l'Assessora -. Si è scelto di non candidare un evento ma un percorso di manifestazioni che dal 2020 vorrà proseguire. È un inizio, non un punto di arrivo".

In Commissione i Consiglieri di minoranza hanno lamentato la mancanza di documentazione e di coinvolgimento: il dossier "Cuneo 2020 Cultura e montagna da una nuova prospettiva" e il suo contenuto infatti non sono stati resi disponibili prima della Commissione Consiliare.

La Clerico ha risposto "abbiamo convocato la Commissione appena possibile, il dossier sarà presentato al Ministero entro il 15 settembre e solo successivamente sarà condiviso. Il dossier contiene linee programmatiche ma non una programmazione esecutiva, che sarà definita in futuro con un lavoro condiviso".

"Fare squadra con cinque delle sette sorelle è un lavoro importante per la cultura del territorio, a prescindere dalla vittoria del bando" ha dichiarato l'ex Assessore Alessandro Spedale.

Presenti alla conferenza stampa i Sindaci di Fossano, Davide Sordella, di Mondovì, Paolo Adriano, di Saluzzo, Mauro Calderoni, l'Assessora di Savigliano, Gabriella Viberti, e moltissimi esponenti di enti e organizzazioni del cuneese.

Andrea Borri, presidente del Comitato promotore, ha introdotto la Conferenza stampa: "Le possibilità di vincere sono concrete, questo territorio merita un riconoscimento".

Alessandro Isaia, project manager del progetto e Direttore di Artea, ha presentato il lavoro del dossier dichiarando "non esiste testimonial migliore di chi abita il territorio".

La conferenza si è conclusa con il saluto dei sindaci Paolo Adriano, Mauro Calderoni, Davide Sordella e l'Assessora Gabriella Viberti.

Anna Pellegrino

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore