/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

(IM) vicinissimo piazza del mercato ampio monolocale mq 35 luminoso con parete mobile per separare zona cucina/notte,...

Marca Orsi 1.22 ottime condizioni telefonare ore pasti

DELTA Gold diesel anno 09/2011 km 87.000 colore blu con cambio automatico 6 marce e con possibilità di usare il cambio...

Nel comprensorio sciistico della Riserva Bianca, a due passi dalla Costa Azzurra, di 100 metri quadrati,...

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | mercoledì 13 settembre 2017, 17:13

Mondovì, il rombo delle Harley per l'ultimo saluto a Edo e Laura (VIDEO)

Si sono svolti oggi pomeriggio, presso la chiesa parrocchiale del Ferrone, i funerali dei coniugi periti sabato scorso in un incidente stradale sulla Fondovalle Tanaro. Ad accompagnarli nel loro ultimo viaggio c'erano gli amici motociclisti dell'Alba Chapter Italy

I caschi levati verso il cielo come ultimo saluto, il silenzio rotto dal rombo dei motori delle Harley-Davidson e tanta, troppa commozione. Momenti così lacerano il cuore, annientano l'anima. Sono momenti dominati dal dolore e dalle lacrime, nei quali si cerca di individuare, senza successo, una spiegazione logica, una risposta razionale ai mille perché che tolgono il sonno: una ricerca esasperata e vana, che si conclude con una resa disarmante al cospetto di un destino che non perde occasione per ribadire la sua completa ineluttabilità.

La città di Mondovì oggi ha vissuto uno dei suoi giorni più brutti; presso la chiesa parrocchiale del Ferrone, infatti, si sono svolti i funerali di Laura Comino (61 anni) ed Edoardo Terraneo (67), i coniugi periti sabato scorso in un terribile incidente stradale sulla fondovalle Tanaro all'altezza dell'ex stazione ferroviaria di Carrù, mentre rientravano da un raduno di Harley-Davidson tenutosi a Villach, in Austria, in sella alla loro moto.

Ad accompagnarli nel loro ultimo viaggio c'erano anche i loro amici motociclisti dell'Alba Chapter Italy, che si sono radunati alle 14 a Cherasco per raggiungere il capoluogo monregalese e precedere il corteo funebre. "Ci mancheranno non solo come motociclisti, ma soprattutto come amici - aveva dichiarato nei giorni scorsi Bruno Bongiovanni, presidente del sodalizio -. Li ricorderemo ogni volta che metteremo il casco e saliremo in moto".


Il moto club, i cui vessilli abbracciavano i feretri, ha anche organizzato una colletta: il ricavato, per volere dei familiari, verrà destinato all'istituto per la ricerca e la cura del cancro di Candiolo.

Laura ed Edoardo lasciano le loro due figlie, Irene e Roberta, i generi e i loro adorati nipotini Martina, Anna e Leonardo.

Alessandro Nidi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore