/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Delizioso monolocale a 800 mt dal mare, ideale come seconda casa, completamente arredato con struttura divano letto e...

Causa trasloco vendo stufa in ottime condizioni (usata 3 anni) Vi prego di valutare le caratteristiche sul sito...

Pannello solare,Veranda FIAMMA, Portabici FIAMMA 4 canaline, TV e decoder in mobiletto dedicato, Antenna digitale,...

Strepitosa occasione composta da soggiorno più angolo cottura due camere ,,gran terrazzo più grande giardino...

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | mercoledì 13 settembre 2017, 07:20

"Stiamo valutando la fattibilità e i costi delle sfilate": il carnevale di Mondovì fa i conti con le nuove misure di sicurezza

Con un annuncio ufficiale, la "Famija Monregaleisa" e il Comune hanno comunicato di essere al lavoro per verificare la spesa totale legata all'appuntamento invernale e l'eventuale necessità di apportare variazioni al palinsesto tradizionale

Un momento della prima delle due sfilate del 2017

"Cari amici del carnevale, alla luce delle circolari ministeriali che dispongono rigide misure di sicurezza per lo svolgimento delle manifestazioni, il Comune e la "Famija Monregaleisa" stanno valutando la fattibilità e i costi per lo svolgimento delle sfilate carnevalesche del 2018. Quanto prima vi faremo avere notizie tramite il nostro sito e la nostra pagina Facebook".

Il messaggio, accompagnato dalle firme del presidente del carnevale di Mondovì, Enrico Natta, e del sindaco della città, Paolo Adriano, è comparso nelle scorse ore sul sito e sui canali social della kermesse carnascialesca monregalese, insinuando più di un dubbio tra gli internauti, tanto da spingere qualcuno ad abbracciare toni allarmistici e ad affermare che "probabilmente il Carlevè non si farà".

Parole prive di qualsiasi fondamento di verità, come ha spiegato telefonicamente a TargatoCn lo stesso Natta: "In questo momento stiamo dialogando con gli uffici competenti - ha dichiarato -. Le risorse sono le medesime degli anni scorsi, ma i costi, proprio in virtù delle nuove disposizioni in materia di sicurezza, sono raddoppiati. Stiamo meditando sul da farsi, ma indubbiamente la volontà unanime è quella di dare seguito alla tradizione. Dobbiamo solo capire l'entità delle nostre risorse. Stiamo valutando insieme alla Prefettura, alla Questura e ai vigili del fuoco cosa ci viene richiesto, provando a capire se la formula proposta in questi anni debba essere rivisitata. Nel giro di pochi giorni ci siederemo attorno a un tavolo e ne discuteremo".

Neanche il primo cittadino vuole sentir parlare di "carnevale a rischio": "Il Carlevè è e resta manifestazione irrinunciabile nel calendario annuale degli eventi monregalesi - ha asserito -. La recente normativa in materia di sicurezza impone misure stringenti a tutela dei partecipanti e del pubblico presente agli eventi: pertanto, con largo anticipo sono in corso valutazioni finalizzate a definire tempistiche e modalità organizzative di un appuntamento che coinvolge una larga parte della viabilità cittadina e raduna un consistente numero di spettatori".

La macchina organizzativa si è messa in moto piuttosto rapidamente per salvaguardare una delle kermesse regine della stagione invernale della città di Mondovì: sono infatti numerosi i gruppi mascherati e i rappresentanti delle varie località del Piemonte che si sono messi in contatto con la "Famija Monregaleisa" per chiedere conferma dell'evento. Alcuni di essi, addirittura, hanno già iniziato a costruire i carri: logico pensare che si farà di tutto per non deluderli.

Alessandro Nidi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore