/ Solidarietà

Che tempo fa

Cerca nel web

Solidarietà | 13 settembre 2017, 09:15

Match it now! Parte anche in Granda la campagna dell'Admo

Iniziative in tutta Italia per la promozione e l’iscrizione al registro dei donatori di midollo osseo: il via a Saluzzo il 16 settembre

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Il trapianto di cellule del midollo rimane ancora oggi, molto spesso, l’unica terapia, con risultati clinici in continuo miglioramento, in grado di permettere la guarigione di numerose malattie, neoplastiche e non, del midollo osseo. Di questo importante tema, se ne è parlato spesso nelle ultime settimane sul web: l’appello per la ricerca di un donatore lanciato su Facebook dal papà della piccola Elisa di Pordenone [cfr. Salviamo Elisa] ha scatenato una scia di appelli solidali diffusi da Nord a Sud Italia.

Secondo i dati ufficiali del Registro Nazionale, sono 380.000 gli Italiani che hanno dato la possibilità di donare (e 30 milioni nel mondo) ma solo la metà dei pazienti è sottoposto a trapianto, per via della bassissima possibilità (1:100.000) di trovare il giusto abbinamento genetico. E’ perciò solo attraverso l’inserimento di tanti nuovi donatori giovani che si può garantire a sempre più pazienti di trovare il giusto “match”.

Questa la ragione della Campagna Nazionale MATCH IT NOW!, che quest’anno vedrà anche il sostegno della Lega Serie A, che consentirà la promozione del progetto anche sui campi di calcio.

Nella provincia granda l’evento sarà realizzato dai volontari ADMO, con il supporto delle Associazioni di Donatori di Sangue, Pubbliche Assistenze, i clown di corsia di VIP Italia Onlus e con il personale medico sanitario degli ospedali di zona per illustrare le modalità dell’iscrizione e della donazione in caso di compatibilità, e permettere agli interessati di iscriversi al Registro con tre passi: la compilazione di un questionario anamnestico, il colloquio per la verifica dei criteri di idoneità ed un prelievo di sangue. Se poi, nel tempo, si risulterà compatibili, la donazione potrà avvenire in modo meno invasivo rispetto al passato: in circa il 70% dei casi le cellule vengono infatti oggi prelevate dal sangue in circolo, negli altri casi invece si ricorre al metodo tradizionale con prelievo, in anestesia dall’osso del bacino.

Si tratta di tipologie di manifestazioni che rivestono un ruolo fondamentale per far sentire i cittadini pienamente coinvolti nella difesa del diritto alla salute poiché, compiendo un semplice gesto, potrebbero diventare una speranza in più per quei pazienti che attendono con ansia una risposta da uno sconosciuto, che anonimamente, gratuitamente e volontariamente, ha deciso di mettersi in gioco per Salvare una Vita” riferiscono dall’ADMO Regionale – “Chi vuol aderire al progetto ADMO deve avere necessariamente dai 18 ai 35 anni, godere di buona salute e pesare più di 50 Kg. Tutti gli altri potranno comunque aiutare l’Associazione a promuovere la donazione e la causa ADMO ad amici e parenti”.

Gli eventi si terranno:
il 16 Settembre a Saluzzo in Piazza Vineis

il 23 Settembre a Alba in Piazza Ferrero (ex Piazza Savona) – Mondovì su Corso Statuto (Zona Bar Aragno) – Savigliano in Piazza Santarosa

il 30 Settembre a Cuneo in Piazza Galimberti

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium