/ Cronaca

Cronaca | 19 settembre 2017, 11:40

Cuneo, vigile assolto dall’accusa di falso in atto pubblico

Nel 2011 era stato denunciato da un automobilista per una multa presa in corso Giolitti

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

 Su richiesta del pm Luigi Dentis il tribunale ha assolto l’agente di polizia municipale di Cuneo che era a processo per falso in atto pubblico. L’imputato era stato denunciato da un automobilista che lo accusava di aver indicato sul verbale di contestazione della sosta della sua auto in corso Giolitti, redatto il 21 marzo 2011, un'ora diversa da quella che effettivamente segnalava il disco orario. In sostanza, per l'agente, che avrebbe contestato l'infrazione alle 15,40, il querelante aveva posizionato il disco come ora d’arrivo alle 16.

Il vigile era stato condannato nel 2013 dal Giudice di Pace che lo ha riconosciuto colpevole di falsità in atto pubblico. La multa era stata revocata e il Comune aveva pagato le spese legali.

Il multato, a sua volta, denunciato a sua volta dall’agente per ingiurie, circa due anni fa era stato condannato dal tribunale a pagare 750 euro di multa per averlo insultato. Nel frattempo il reato è stato depenalizzato e in appello dovrebbe essere dichiarata la revoca della condanna.



Monica Bruna

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium