/ Eventi

Eventi | 21 settembre 2017, 18:50

Inalpi a Cheese: un vero successo

Convegni, manifestazioni, offerta di prodotto, ma anche spazi di convivialità per sottolineare il legame tra l’industria casearia di Moretta e il territorio dove opera

Inalpi a Cheese: un vero successo

Vivace e molto attiva è stata la partecipazione di Latterie Inalpi a Cheese, la manifestazione braidese dedicata al formaggio e al latte, in tutte le sue declinazioni, appena conclusa.

Una presenza che, anche questa volta, ha voluto sottolineare il legame tra l’industria casearia di Moretta e il territorio dove opera.

Convegni, manifestazioni, offerta di prodotto, ma anche spazi di convivialità che hanno visto radunarsi, nel corso dei giorni, tutte le componenti del mondo Inalpi, ma anche una buona vetrina per far conoscere l’operato aziendale a chi non è addetto ai lavori.

Massiccia la presenza del latte in polvere Inalpi, ricavato da solo latte 100% alpino e piemontese, nella Piazza del Gelato. Dove, l’ingrediente principe è stato gustato e apprezzato da migliaia di persone,testimone le infinite code davanti al banco del mastro gelatiere Alberto Marchetti e la grande partecipazione ai seminari organizzati dalla Compagnia dei Gelatieri con degustazione finale.

Non meno rilevanti sono stati i convegni indetti e gestiti da Inalpi. Grande riscontro ha ricevuto l’incontro dal titolo “L’importanza del Benessere animale nell’allevamento”. Argomento a cui Inalpi è molto sensibile da sempre, tanto da averlo inserito nel protocollo sottoscritto con i suoi conferitori latte, come principio imprescindibile.

Inalpi ha promosso quest’anno alcuni incontri con gli allevatori su argomenti riguardanti il benessere delle vacche in stalla, come quello sull’uso consapevole degli antibiotici. Un impegno informativo e formativo costante, che l’azienda intende proseguire perché convinta che il benessere delle vacche sia il primo obbligato passo per ottenere, e poter garantire, latte sano e di qualità eccellente.

La presentazione del Bilancio Sociale è stata la punta di diamante che ha visto la partecipazione di un pubblico numeroso e attento, segno che l’interesse nei confronti delle ricadute sul territorio dell’operato di un’azienda suscita interesse. Il Bilancio Sociale è proprio lo strumento che consente di comunicare tutto ciò che riguarda la politica sociale e societaria; Inalpi, azienda attenta e innovativa, fa certificare e rende pubblico il Bilancio Sociale già da quattro anni.

Oltre a rimarcare la continua ricerca della valorizzazione e della qualità dei prodotti, Inalpi ha come obiettivi la sostenibilità aziendale che evidenzia l’attenzione per l’ambiente e per le generazioni future, sono infatti in corso grossi investimenti per il coogeneratore e per la purificazione delle acque di scarto delle lavorazioni. Da sempre attenti al sociale, sono davvero tanti gli interventi di Inalpi a favore di bambini e società sportive.

Ma l’impegno di Inalpi continua anche con la presenza in importanti eventi e manifestazioni nazionali e internazionali. Altro convegno molto partecipato è stato quello dal titolo: “La filiera Alpino Piemontese come valore nella distribuzione” che ha fatto risaltare quanto i legami creati nella filiera rappresentino oramai un valore aggiunto alla qualità del prodotto. Nel corso del convegno sono emersi alcuni interessanti concetti: La recente legge sulla tracciabilità nazionale del latte, dei latticini e dei prodotti contenenti latte, ha messo in evidenza quanto ci sia bisogno di chiarezza e quanto i consumatori siano passati dalla richiesta di qualità a quella di autenticità. Autenticità che può essere garantita solo da una filiera controllata dalla stalla allo scaffale, Inalpi ha il compito di industrializzare l’autenticità. La richiesta dei consumatori è passata in pochi anni, da “voglio essere gratificato” a “voglio essere rassicurato”, la filiera, se ben sostenuta, è motivo di rassicurazione, è evidente che nella filiera ciascuno ha un compito, e ciascuno può fare di più, per passare dalla qualità all’eccellenza.

La giornata di lunedì è stata dedicata alla finale del Contest “Saranno Famosi Inalpi 2017” che ha eletto il Miglior Souschef d’Italia. Nelle cucine dell’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, le due squadre finaliste, Campania e Veneto, hanno preparato i loro menù contenenti prodotti Inalpi. Con un solo punto di scarto è risultata vincitrice la squadra Veneta capitanata dal Souscef Alessio Loppoli e dalle Food Blogger Elisa Di Rienzo e Cristina Papini. L’esigua differenza di punteggio mette in evidenza quale sia stato l’impegno profuso anche dalla squadra Campana, capitanata dal Souschef Gennaro Durante affiancato da Fabio D’Amore, Anna Luisa Vingiani e Ramona Pizzano. I menù, le ricette, fotografie e ulteriori informazioni sul Contest sono disponibili sul sito www.inalpi.it., nella sezione dedicata.

Cheese è stato quindi un successo, per presenze e iniziative. Lo sforzo organizzativo delle Latterie Inalpi è stato intenso e continuo. Lo stesso che viene profuso ogni giorno per salvaguardare e diffondere la bontà e la genuinità del Latte Alpino Piemontese.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium