/ Eventi

Eventi | 21 settembre 2017, 14:30

Saluzzo, "Pensaci Giacomino" per legare Sicilia e Piemonte

Lo spettacolo teatrale in scena venerdì 29 settembre al Magda Olivero. In occasione dei 150 della nascita di Luigi Pirandello. E’ promosso dall’associazione culturale Sicilia Piemonte con il patrocinio del Comune. Biglietti in prevendita

Saluzzo, il cast di Pensaci Giacomino della Compagnia La Fenice del Teatro del Marchesato

Saluzzo, il cast di Pensaci Giacomino della Compagnia La Fenice del Teatro del Marchesato

Una compagnia teatrale piemontese e l’opera di un grande siciliano. La Compagnia "La Fenice" del Teatro del Marchesato diretta da Anna Maria Gavatorta e “Pensaci Giacomino” di Luigi Pirandello.

La messa in scena venerdì 29 settembre alle 21 sul palcoscenico del teatro Magda Olivero ( in via Palazzo di città, 15) seguita dalla replica in mattinata per le scuole sabato 30 settembre.

Lo spettacolo che ha il patrocinio del Comune e dell’Associazione socio- culturale Sicilia- Piemonte apre la rassegna “Saluzzo a Teatro” del Comune, è in occasione della ricorrenza dei 150 anni della nascita del premio Nobel siciliano, drammaturgo, scrittore e poeta, Luigi Pirandello, nato il 28 giugno 1867.

L’ evento si colloca nel filone degli obiettivi dell’associazione costituita nel 2009 a Saluzzo per aggregare “amici siciliani e piemontesi, curiosi di scoprire le culture e le tradizioni di due regioni geograficamente molto lontane, ma con molte sfumature simili".

Anima del gemellaggio culturale Anna Maria Gavatorta del Teatro del Mrachesato e membro anche del direttivo dell’Associazione Sicilia-Piemonte che per la rappresentazione di venerdì 29  ha invitato ad intervenire il nipote di Luigi Pirandello, Pierluigi Pirandello, già noto avvocato romano, figlio di Fausto Pirandello e da sempre vicino al mondo dell’ arte.

La trama  della pièce ironicamente delicata, sensibile e altamente emozionante, ambientata agli inizi del ‘900, racconta la storia dell’ anziano professor Agostino Toti, professore di storia naturale al Ginnasio della cittadina, il quale per vendicarsi dello Stato, che lo ha sempre mal pagato , decide di sposare la giovanissima Lillina, la sedicenne figlia del bidello della scuola.

Toti è sicuro che la sua vendetta sarà compiuta, lasciando in eredità la sua pensione, per almeno cinquant’anni dopo la sua morte, alla sua giovanissima futura sposa Lillina. Il problema si manifesta quando Toti viene a sapere che Lillina è incinta del giovane Giacomino Delisi, del quale è innamorata. Giacomino però è poverissimo e non la può sposare, proprio per il suo stato di assoluta indigenza”.

Veste i panni del protagonista il già collaudato interprete del personaggio Agostino Toti: Ugo Rizzato, affiancato dal rinnovato cast, nel quale spicca Padre Landolina interpretato da Carlo Antonio Panero, il direttore del Ginnasio il Cavalier Diana : Lionello Nardo, Annamaria Gavatorta e Mauro Boero rispettivamente nei ruoli della madre e del padre di Lillina ( Maddalena): Elisa Papa. La figura di Giacomino Delisi è interpretata da Samuele Giordano, la sorella maggiore Rosaria Delisi: Gabriella Molineri; completano il cast la serva di casa Toti: Rosa - Caterina Bonino e la serva di casa Delisi: Filomena- Irma Emanuel.

La regia della rinnovata piéce è affidata a Valter Scarafia. La scenografia è di Ugo Rizzato , i costumi di scena sono di Daniela Roasio, alle luci e ai suoni Franco Carletti.

Il costo del biglietto d’ingresso è di euro 10,  ridotto e per le scuole 5 euro.Biglietti Prevendita Garden bar – via Bagni: 335 58 66 619 o al Botteghino la sera dello spettacolo. 

 

r.t.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium