/ Cuneo e valli

Cuneo e valli | 23 settembre 2017, 17:30

Sopra i 5 mila metri di quota in tre settimane: ultimi aggiornamenti dell'impresa di Davide Gerlero, amico di Luca Borgoni

L'alpinista cuneese di 22 anni deceduto lo scorso 8 luglio voleva scalare il Dhaulagiri, la settima montagna più alta del mondo, per poi compiere la discesa con lo snowboard. A portare a termine l'impresa ci sta provando il suo amico di sempre

Sopra i 5 mila metri di quota in tre settimane: ultimi aggiornamenti dell'impresa di Davide Gerlero, amico di Luca Borgoni

E' partita lo scorso 29 agosto l'avventura di Davide Gerlero, boscaiolo di Levaldigi, che realizzerà la "Mountopia" di Luca Borgoni il giovane alpinista cuneese scomparso l'8 luglio sul Cervino.

L'alpinista cuneese di 22 anni voleva scalare il Dhaulagiri, la settima montagna più alta del mondo, per poi compiere la discesa con lo snowboard.

Il giovane poco prima della sua dipartita aveva vinto il primo premio su 100 progetti di imprese sportive (raccontate su www.mountopia.it) aggiudicandosi un finanziamento per realizzare il sogno della sua vita.

"Purtroppo la sua Mountopia non si avvererà mai. Luca sarebbe stato il nostro Mountopia winner. Per rispetto nei confronti suoi e della sua famiglia, non ci sarà un altro vincitore". Recitava così la nota dell'organizzazione.

Ma il sogno non è completamente svanito, perchè Davide l'amico di sempre ha deciso di portarlo a compimento, così come Luca ha portato a compimento la sua discussione di laurea in Biologia (che sarebbe dovuta arrivare dieci giorni dopo quell'8 luglio) grazie alla mamma Cristina Giordana. 

Davide Gerlero sta affrontando l'impresa insieme ad altri due compagni di viaggio: Carlo Alberto Cimenti di Pragelato e lo svizzero Matthias Koenig. Al momento si trova ad una quota compresa tra i 5.000 e i 6.000 metri. 

"I ragazzi stanno bene e Davide dopo l'acclimatamento sta iniziando ad andare forte" - si legge sul profilo facebook di Luca Borgoni - "Attendono una giornata di sole per far asciugare il materiale utilizzato in questi giorni e alla prossima finestra di bel tempo ripartiranno! Con loro saliranno 3 alpinisti che in questi giorni hanno finito la fase di acclimatamento cosí da potersi dare il cambio nel battere traccia, è nevicato tantissimo. Soria attende le bombole d'ossigeno per poter avere anche lui un'altra possibilità, l'elicottero per ora non riesce ad arrivare al campo base causa meteo.
Insomma, tutti in attesa ma tutti con lo stesso obiettivo... La cima!"

“Porterò una foto di Luca sulla settima montagna più alta del mondo”. aveva detto Davide prima di partire. L'obiettivo sembra essere sempre più vicino

 

d.c.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium