/ Monregalese

Monregalese | sabato 23 settembre 2017, 21:00

Vicoforte Mondovì ha ospitato il sedicesimo meeting organizzato dall’Associazione Radioamatori Italiani

Oltre 100 appassionati provenienti da tutte le regioni italiane, dal Belgio e dalla Svizzera, si sono incontrati per discutere di radio e di tutte le attività ad essa annesse

Presso il Santuario di Vicoforte, nell’incantevole cornice della Casa Regina Montis Regalis si è svolta, sabato 16 e domenica 17 settembre, la sedicesima edizione del Meeting Diploma dei Castelli d’Italia (D.C.I.) e del Diploma I.F.F.A. (Italian Flora Fauna Award), organizzato dalla Sezione A.R.I. (Associazione Radioamatori Italiani) di Mondovì.

Oltre 100 radioamatori provenienti da tutte le regioni italiane, dal Belgio e dalla Svizzera, si sono incontrati per discutere di radio e di tutte le attività ad essa annesse.

Nel pomeriggio di sabato, dopo l’apertura ufficiale dei lavori a cura del presidente della Sezione di Mondovì Edoardo Ambrassa IW1EVQ, l’attività vera e propria è iniziata con le relazioni del Technical Award Manager Massimo Balsamo IK1GPG e dell’Award Manager Betty Sciolla IK1QFM. Sono seguiti gli interventi dei vari relatori ed ampio spazio è stato dedicato al confronto di idee e opinioni, dalle quali sono emerse numerose proposte.

Domenica, prima della ripresa dei lavori, i partecipanti hanno ricevuto i saluti da parte di Luca Robaldo, assessore allo Sport, Politiche Giovanili, Istruzione e Formazione Professionale, Innovazione e Smart City, e da parte del dottor Marco Botto, presente a tutte le sedici edizioni del Meeting, grande amico e sostenitore dei radioamatori.

Il vicepresidente nazionale Graziano Sartori I0SSH ha portato i saluti dell’A.R.I. a tutti i convenuti ed il presidente di Mondovì ha ricordato i soci monregalesi che sono venuti a mancare quest’anno: Marilena Botto IW1BVT, Rino Lingua IW1RGR e Giorgio Leonti IW1FHF.

Nel corso della mattinata una relazione di grande rilievo è stata presentata dal Technical Award Manager del World Antarctic Program 2.0, Gianni Varetto I1HYW, che ha affrontato le problematiche inerenti i collegamenti a lunga distanza con il “Continente Bianco” e i rispettivi Diplomi Antartici WAP-WACA e WAP-WADA, molto interessanti quanto difficili.

Questo tipo di collegamenti sono seguiti in particolar modo all'estero, ciò nonostante Varetto e i Radioamatori italiani che collaborano con lui possono vantare una ultradecennale competenza, attestata da molti reperti fotografici di prim'ordine a livello mondiale (http://www.waponline.it).

Sono seguite le relazioni di Luciano Lucini HB9FBI con il 2° International Meeting WWFF & COTA organizzato dall’Amateur Funk Club Heidenreichstein il 24 e 25 giugno, e l'intervento di Claudio Cordeglio IW1QLH che ha illustrato il nuovo applicativo WEB per la gestione dei diplomi D.C.I. e I.F.F.A., ed infine la relazione sui Fari e Castelli d’Italia a cura dell’Award Manager WAIL Andrea Nuzzi IZ8WNH.

Vari eventi succeduti nell’anno sono stati sugellati da riconoscimenti da parte degli organizzatori: per il “Week End dei Castelli” svoltosi a maggio Antonio Massimino IK8SHL da Potenza, per il “Diploma dei Fari” Andrea Nuzzi IZ8WNH da Napoli, per lo “Sprint IFFA” la Sezione di Mondovì.

Nel corso del Convegno i radioamatori, che hanno contribuito a diffondere ed a incrementare l’attività radiantistica, sono stati premiati con targhe personalizzate e con piatti artistici, creati da maestri artigiani monregalesi.

All'esterno della sala nella quale si è svolto il Meeting è stata predisposta una stazione radio per i collegamenti nazionali e internazionali, anche a fini dimostrativi per il pubblico e per i non addetti ai lavori.

A chi l’ambiente dei Radioamatori è un argomento incomprensibile, si rammenta che questo evento ha ormai raggiunto rilevanza internazionale ed è in grado di contribuire a far conoscere e valorizzare lo straordinario patrimonio storico, artistico e naturalistico del territorio monregalese, piemontese e, più in generale, italiano.

“Siamo certi – fanno sapere dal direttivo Ari di Mondovì - che il D.C.I. e gli altri diplomi gestiti dalla sezione A.R.I. di Mondovì hanno rappresentato e continueranno a rappresentare uno straordinario mezzo per poter portare a conoscenza di tantissime persone, non solo via etere, il nostro meraviglioso territorio. Dal marzo 2001 ad oggi sono stati oltre 270.000 i radioamatori italiani e stranieri coinvolti operosamente in queste attività che non è solo divertimento, ma rappresenta anche sperimentazione tecnica, la quale permette ai radioamatori di fare nuove esperienze, di mettere a punto antenne e radio, utilissimi strumenti di comunicazione a servizio della protezione civile nel caso di calamità naturali”.

Nato in sordina, ma ormai diventato un appuntamento immancabile, è il post-Meeting. Lunedì 18 settembre si è svolta un’attivazione multi-provinciale ed internazionale (Cuneo, Pistoia, Imperia, Potenza, Caserta e Belgio), con 13 operatori che si sono portati nella prima attivazione, a ridosso della Torre del Castello di Roburent (DCI-CN212), e nella seconda attivazione dalla “Natura 2000 - Faggete di Pamparato, Tana del Forno, Grotta delle Turbiglie e Grotte di Bossea” (IFF-1140), testando apparecchiature ed antenne effettuando collegamenti radio con tutta l'Europa, l'Asia ed il nord America.

Questo 16esimo Meeting D.C.I. si è potuto realizzare grazie al contributo della Banca Cassa di Risparmio di Savigliano, al patrocinio della Presidenza del Consiglio Regionale del Piemonte, della Provincia di Cuneo che ha donato medaglie di bronzo, della Città di Mondovì, dell’A.R.I. Nazionale, del C.R.P.V.A. e del Comune di Vicoforte che ha messo a disposizione i propri gazebo e il materiale utile all’allestimento del sito.

Sinceri ringraziamenti vengono rivolti ad Acque Minerali “Santa Vittoria” di Pornassio, a Guidetti Elettronica di Altopascio, a L'Oasi di Comino Alessandro e Graziano di Morozzo, a Microware Software Easylog di Villanova d’Asti, a Tipo-Litografia Bevione di Borgone di Susa, a Informatica System di Vicoforte, a Il Podio e Caffè Bertaina di Mondovì.

Della Sezione A.R.I. di Mondovì hanno contribuito alla positiva riuscita dell’evento i soci Edoardo Ambrassa IW1EVQ, Massimo Balsamo IK1GPG e Betty Sciolla IK1QFM per la programmazione e l’organizzazione, Ugo Brignone IK1VKH, Angelo Ricci IK1UGX, Riccardo Pareto IW1GPR, Claudio Albesiano IW1FLR, Pasquale Veltri IU1BNT, Bruno Balsamo IZ1GLT ed Enzo Susella I1-2017-09/CN, per le installazioni tecniche e per la logistica.

Arrivederci al 17esimo Meeting D.C.I., al 15esim Meeting W.A.P. ed al nono Meeting I.F.F.A. in programma sabato 15 e domenica 16 settembre 2018. È possibile visionare sul nostro sito ufficiale (www.dcia.it ) le fotografie e quanto emerso in quest’ultimo Meeting.

 

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore