/ Attualità

Attualità | 24 settembre 2017, 12:35

"Il carcere è sempre meno luogo di solo contenimento": Carlo Mazzeo, il sovraffollamento e le attività ricreative al "Cerialdo"

Il direttore della casa di reclusione cuneese illustra le specifiche del padiglione inaugurato nel 2011 (già strapieno) e parla del ruolo della direzione del carcere rispetto ai detenuti

L'intervento del dottor Mazzeo durante la Festa della Polizia penitenziaria

L'intervento del dottor Mazzeo durante la Festa della Polizia penitenziaria

Quattro sezioni, di cui una metà automatizzate e l'altra gestita da personale di Polizia penitenziaria, e quattro posti letto per ogni camera: in occasione della Festa per il bicentenario della fondazione della Polizia Penitenziaria TargatoCn ha intervistato il direttore del carcere di Cuneo, dottor Carlo Mazzeo, chiedendogli delucidazioni sul funzionamento "dell'ultimo arrivato" nella struttura, il nuovo padiglione datato 2011.

Il direttore non si è limitato però a descrivere le specifiche del nuovo padiglione. In questi 6 anni di vita, infatti, questa parte della struttura ha già raggiunto il limite possibile per l'ospitalità: Mazzeo ha quindi riservato un piccolo focus sulla popolazione detenuta e sulle attività socializzanti.

simone giraudi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium