/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Delizioso monolocale a 800 mt dal mare, ideale come seconda casa, completamente arredato con struttura divano letto e...

Causa trasloco vendo stufa in ottime condizioni (usata 3 anni) Vi prego di valutare le caratteristiche sul sito...

Pannello solare,Veranda FIAMMA, Portabici FIAMMA 4 canaline, TV e decoder in mobiletto dedicato, Antenna digitale,...

Strepitosa occasione composta da soggiorno più angolo cottura due camere ,,gran terrazzo più grande giardino...

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | lunedì 25 settembre 2017, 17:36

"Il filo di Arianna" a Cuneo: quattro giorni dedicati a volontariato, teatro sociale e dono

Tanti eventi nei quartieri San Paolo e Donatello dal 5 all'8 ottobre. Tutto si svolgerà intorno al Centro Lavoro Protetto dove questa mattina si è svolta la conferenza stampa

"Il filo di Arianna", "Volontariato in piazza" e "La festa del Presente": tre eventi che animeranno la parte alta di Cuneo da giovedì 5 a domenica 8 ottobre.

Obiettivo è fare rete e creare relazioni per far conoscere all'esterno le attività del Centro Lavoro Protetto e collegare idealmente piazza della Costituzione a piazza Biancani con incontri e spettacoli.

Dietro ci sono il Consorzio socio-assistenziale del Cuneese, il Centro Servizi per il Volontariato Società Solidale, il comune di Cuneo, i quartieri San Paolo e Donatello e la compagnia teatrale “Il Melarancio” con la collaborazione di molte realtà del territorio.

Questa mattina la conferenza stampa congiunta al Centro Lavoro Protetto in via Piero Gobetti alla presenza del sindaco di Cuneo Federico Borgna, dell'assessore Patrizia Manassero, del presidente del Consorzio Socio Assistenziale del Cuneese Eraldo Racca e del presidente del Centro Servizi per il Volontariato Mario Figoni.

“E' compito delle istituzioni rimuovere tutti gli ostacoli per favorire integrazione e relazioni– ha commentato il sindaco Borgna -. È bello che tutto questo venga celebrato nella parte alta della città”.
“Trovarci tutti insieme e parlare di nuovi modi di partecipazione è importante”, ha aggiunto l'assessore Manassero.

 

Mario Figoni, Presidente CSV: “È un onore essere partner di questa serie di iniziative. Abbiamo voluto realizzare Volontariato in Piazza nell’ottica di instaurare e promuovere reti sinergiche sul territorio. Reti fondamentali per far crescere il volontariato e dare gambe alle idee e alla passione che caratterizzano il nostro essere volontari”.

“Il filo di Arianna” è l'evento conclusivo di un lungo percorso di ricerca e azione intorno al tema dell'accoglienza, promosso e sostenuto dal Consorzio socio-assistenziale che si è avviato all'interno del Centro Lavoro Protetto.

“Da quando è scemata la dimensione produttiva del Centro Lavoro Protetto, è stato trasformato in uno spazio per il benessere degli ospiti con l'obiettivo di recuperare la permeabilità verso l'esterno – ha spiegato il direttore artistico del Melarancio Gimmi Basilotta -. Lo strumento di questo percorso è stato il teatro sociale di comunità. Siamo partiti lavorando con la condizione della disabilità, scoprendo ben presto che in teatro la disabilità non esiste”.

Lo confermano Elisa e Maurizio, ospiti del centro e protagonisti dello spettacolo teatrale “Nessun uomo è un'isola!” che andrà in scena sabato 7 ottobre alle 14.30. “Mi sono emozionato a far emozionare”, ha confessato Maurizio. “A teatro mi sento leggera come una piuma”, ha detto Elisa.

Il programma degli eventi è ricchissimo.

Si inizia giovedì 5 ottobre alle 16 in via Gobetti con il concerto della Banda musicale Duccio Galimberti, poi si inviteranno tutti a entrare dentro il Centro Lavoro Protetto: una visita in punta di piedi per guardarsi intorno.

Il secondo giorno del festival è dedicato al tema dell'accoglienza con Arte Migrante: un movimento fatto da uomini e donne provenienti da diverse nazionalità e condizioni sociali. Appuntamento al Centro Lavoro Protetto venerdì 6 ottobre alle 15: sorseggiando un tè alla menta ci si potrà conoscere e scambiare idee per poi dare dare spazio alle performance e all'espressione artistica. Alle 17 lo spettacolo “Emigranti” della compagnia Faber Teater.

Sabato 7 ottobre alle 11 lo spettacolo “Yo Yo piederuota” riservato agli studenti del liceo artistico e musicale Ego Bianchi. Alle 14:30 lo spettacolo “Nessun uomo è un'isola!” con i ragazzi del Centro truccati e pettinati dagli studenti dell'Afp di Cuneo. Alle 16 il concerto d'arpa nella Foresta Giardino CQD a cura del conservatorio Ghedini, per chiudere alle 17,30 con una merenda sinoira comunitaria nella Casa del quartiere Donatello (tutti sono invitati ma per la riuscita della serata è importante che tutti portino del cibo da condividere).

Domenica 8 ottobre la giornata di piazza.
Dalle 14 alle 19 in piazza della Costituzione “Volontariato in piazza”: le associazioni di volontariato del territorio saranno raccontate con il teatro per trovare forme di narrazione attrattive, il tutto accompagnato dalla marching band “Roaring Emily Jazz Band”. A conclusione il concerto dei Baklava con musica klezmer.

In piazza Biancani ci sarà la “Festa del Presente”, ispirata alla “Festa del dono”: tutti potranno portare quello che può servire ad altri e offrire ciò che si sa fare. Dalla mattina alla sera si alterneranno attività, laboratori, incontri e spettacoli organizzati da 45 associazioni e cooperative del territorio. In collaborazione con il Movimento Decrescita Felice, Vivere e Sostenibilità Basso Piemonte. Tutti gli eventi su http://www.festadelpresentecuneo.it/

“Con questa iniziativa vogliamo trasmettere un messaggio legato al dono – ha dichiarato Andrea Sessa, presidente del Comitato quartiere San Paolo - L'idea è che tutto non si esaurisca in questa giornata, bensì che dal 9 ottobre possa partire un percorso di iniziative e attività per rilanciare la vita del nostro quartiere”.

cristina mazzariello

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore