/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Delizioso monolocale a 800 mt dal mare, ideale come seconda casa, completamente arredato con struttura divano letto e...

Causa trasloco vendo stufa in ottime condizioni (usata 3 anni) Vi prego di valutare le caratteristiche sul sito...

Pannello solare,Veranda FIAMMA, Portabici FIAMMA 4 canaline, TV e decoder in mobiletto dedicato, Antenna digitale,...

Strepitosa occasione composta da soggiorno più angolo cottura due camere ,,gran terrazzo più grande giardino...

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | lunedì 25 settembre 2017, 18:28

Riapertura ferrovia Asti-Alba: in Regione il MoVimento 5 Stelle chiede si trovino gli 11 milioni necessari

Romano, Valetti e Mighetti: "La linea ferroviaria attraversa i paesaggi vitivinicoli delle Langhe-Roero e Monferrato, patrimonio mondiale Unesco. La sua riattivazione una formidabile opportunità di promozione e sviluppo"

Foto generica

Riapertura ferrovia Asti – Alba, dagli annunci si passi subito ai fatti.

L'accordo raggiunto è importante ma ora servono gli 11 milioni necessari a realizzare l'opera. Quando e con quali modalità verrano stanziati? Ne chiederemo conto in Parlamento ed in Consiglio regionale” affermano Paolo Romano, deputato M5S, Federico Valetti, consigliere regionale M5S Piemonte e Vicepresidente della Commissione regionale trasporti e Paolo Mighetti, consigliere regionale M5S Piemonte.

La linea ferroviaria – aggiungono i pentastellati - attraversa i paesaggi vitivinicoli delle Langhe-Roero e Monferrato, patrimonio mondiale Unesco. La sua riattivazione, oltre a rappresentare una sostenibile alternativa alla mobilità privata per moltissimi pendolari e studenti, rappresenta anche una formidabile opportunità di promozione e sviluppo delle nostre terre. Da ben 7 anni i cittadini attendono la riapertura di una tratta soppressa nonostante l’alta frequentazione, tempo sprecato dalla politica solo per capire il costo dell'intervento. Sembra incredibile, ma ad oggi non si è ancora riusciti a trovare gli 11 milioni di euro necessari per l’adeguamento di una galleria che garantirebbe l’operatività di un tratto ferroviario tra i più importanti e suggestivi del Piemonte, mentre Stato e regioni continuano a spendere miliardi di euro in opere inutili. Auspichiamo si arrivi presto alla sua riapertura e si proceda, altrettanto speditamente, per le altre 12 linee piemontesi ingiustamente considerate minori e soppresse sempre per far cassa ai danni dei cittadini. Pensiamo ad esempio al ramo Alessandria – Castagnole connesso all'Asti – Alba e che ne rappresenta il naturale completamento.

Il Movimento 5 Stelle da sempre si è battuto a tutti i livelli per questo obiettivo con diversi atti parlamentari che impegnano il Governo ad attivarsi finanziando il ripristino della galleria del Ghersi e tre ordini del giorno in Consiglio regionale per inserire la riapertura del tratto tra gli interventi prioritari.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore