/ Cuneo e valli

Cuneo e valli | lunedì 25 settembre 2017, 16:00

Sabato e domenica le giornate europee dedicate al “Birdwatching”: anche la riserva di Crava Morozzo partecipa all’evento

La Lipu organizzerà per il Big Day ben quattro gare, che premieranno, con i più recenti e prestigiosi volumi usciti sugli uccelli selvatici

Immagine di repertorio

Quasi 300 specie di uccelli da osservare, nelle oasi e riserve della Lipu cui si aggiungono fiumi, laghi, coste e zone umide in tutta Italia: è l’Eurobirdwatch, il più grande evento dedicato al birdwatching e organizzato da BirdLife Europa, che la Lipu lancia in Italia come “Big Day” nel weekend del 30 settembre e 1 ottobre.

All’evento partecipano quest’anno i Carabinieri forestali del Cutfaa, che, per l’occasione, apriranno alcune delle riserve naturali che gestiscono nel nostro Paese organizzando, in collaborazione con la Lipu, eventi dell’Eurobirdwatch.

All’evento partecipa la Riserva naturale Crava Morozzo, che oltre a partecipare alle gare e alla raccolta delle osservazioni ornitologiche, organizza una visita Birdwatching sabato 30 settembre alle ore 15 e una domenica 1 ottobre alle ore 10, appuntamento all’ingresso lato Crava; inoltre, domenica 1 ottobre alle ore 15 presso il Centro Visite ci saranno attività per bambini e famiglie, letture animate e giochi sulla migrazione.

Per l’occasione viene proposto un pranzo picnic a cura della Foresteria dell'Oasi con prodotti locali e de.co a 10 euro al pacco adulto e 6 euro il pacco bimbo (sconto soci Lipu 10%).

Per il pranzo è necessaria la prenotazione entro giovedì 27 settembre presso la Foresteria dell'Oasi al numero 327.2323968. A tutti coloro che presenteranno il tagliando picnic presso il centro visite, verrà consegnato un simpatico omaggio.

La Lipu organizzerà per il Big Day ben quattro gare, che premieranno, con i più recenti e prestigiosi volumi usciti sugli uccelli selvatici, il gruppo che: avvisterà il combattente (Calidris pugnax), un limicolo abilissimo volatore che migra dalla Russia e dalla Scandinavia verso il sud Europa, l’Asia e l’Africa e che frequenterà, in autunno, le zone umide italiane (si veda scheda); osserverà la specie “segreta”, già individuata dal Gruppo di lavoro ma che sarà rivelata ai partecipanti solo a fine evento; registrerà il maggior numero di specie; formerà il gruppo di birdwatchers più numeroso.

Ma l’Eurobirdwatch non è solo sfida e divertimento. Quest’anno i dati ornitologici raccolti dalla Lipu e dagli altri partner europei partecipanti all’Eurobirdwatch saranno trasmessi, con il sistema “Ria” (Rapid information action), a BirdLife Slovacchia, che coordina l’edizione 2017. Ne scaturirà una grande “fotografia” europea della migrazione degli uccelli selvatici, nel momento clou del ritorno verso le aree di svernamento del Mediterraneo e africane. Un modo per conoscere meglio le abitudini dei migratori e offrire loro una protezione ancora più efficace.

Informazioni sull’Eurobirdwatch e il “Big Day” della Lipu al n. 3477648262 – oasi.cravamorozzo@lipu.it – www.lipu.it

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore