/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Pannello solare,Veranda FIAMMA, Portabici FIAMMA 4 canaline, TV e decoder in mobiletto dedicato, Antenna digitale,...

Mi chiamo Andrea Panarese e sono un libraio antiquario. Acquisto libri antichi in Liguria e dintorni. Mi trovate anche...

Società di trasporti a Torino assume autista di scarrabile e bilico con patentino ADR. Inviare curriculum via mail ...

Strepitosa occasione composta da soggiorno più angolo cottura due camere ,,gran terrazzo più grande giardino...

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | giovedì 12 ottobre 2017, 20:30

Agricoltura e diritto al cibo: a Bergamo anche l'Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo

Conferenze con i docenti su sostenibilità e diritto alimentare e laboratori gastronomici creati da studenti internazionali per presentare i prodotti di eccellenza dei loro paesi

L'Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo - Foto generica

È in corso a Bergamo la settimana dedicata al tema "Agricoltura e diritto al cibo", organizzata dalla Provincia e dalla Città di Bergamo, a corollario del G7 del settore agricolo iniziato sabato 7 ottobre e che vedrà il culmine tra venerdì 13 e sabato 14 con il vertice tra i ministri delle politiche agricole di Italia, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Canada e Stati Uniti.

In seno a questo importante appuntamento, anche l'Università di Scienze Gastronomiche è stata interpellata per portare il suo contributo, attraverso l'intervento di docenti, che partecipano ad alcune conferenze e con i suoi studenti, coinvolti in prima persona nell'organizzazione di laboratori gastronomici.Vediamo nel dettaglio quanto sta succedendo a Bergamo.

Il primo appuntamento che vede la presenza UNISG si è tenuto mercoledì 11 ottobre a partire dalle 9.30 presso il Bergamo Science Center. Si tratta della conferenza "I consumi alimentari e l’agricoltura sostenibile" con il rettore UNISG Andrea Pieroni, Paolo Corvo (docente di Sociologia UNISG), Roberta Garibaldi (responsabile del Tourism lab dell’Università di Bergamo), Lorenzo Bairati (docente di diritto UNISG), Pietro Pagella (coordinatore Viaggi Didattici UNISG).

La mattinata ha trattato come le scelte di consumo siano condizionate dai processi di globalizzazione e dalle dinamiche di individualizzazione della società e di come una minoranza creativa stia praticando modelli di consumo critico, con una maggiore attenzione alla sostenibilità del cibo. Tendenze che devono essere sostenute dall’azione delle istituzioni internazionali, della società civile, dei singoli individui.

La giornata è proseguita con un appuntamento pomeridiano alle 17 presso Palazzo Frizzoni dedicato a "Sostenibilità e tracciabilità: le nuove sfide per l'agricoltura e l'industria alimentare", cui partecipano Giovanni Zucchi (Oleificio Zucchi Partner Strategico UNISG), Mimmo Casillo (Molino Casillo), Maria Chiara Ferrarese (Vicedirettore CSQA Certificazioni), Gaetano Bonasia (olivicoltore), Franco Fassio (docente di Design Sistemi UNISG), Silvio Barbero (Vice Presidente UNISG), Daniela Sciarra (Responsabile Filiere e Politiche Alimentari di Legambiente).

I relatori hanno affrontato il concetto della sostenibilità dal punto di vista ambientale, ma anche sociale, economico e nutrizionale. Per garantire al consumatore il rispetto di questi passaggi e l’origine delle materie prime, è indispensabile pensare alla costruzione di filiere tracciabili, in cui l’Italia deve porsi come Paese all’avanguardia per nuove forme di tracciabilità. 

Si continua giovedì 12 ottobre alle 15 presso l'Auditorium Piazza della Libertà con la conferenza "Dall’etichetta al piatto: quali diritti?" con Gabriele Rinaldi (Direttore Orto Botanico di Bergamo), Paolo Savoldi (Presidente Amici Orto Botanico di Bergamo-Valle della Biodiversità), Michele Fino (docente di Fondamenti del Diritto Europeo UNISG), Ettore Prandini (Vice-Presidente Nazionale di Coldiretti), Vittorio Rinaldi (Antropologo e già Presidente di AltroMercato), Alessandro Squeri (Presidente dei Giovani Imprenditori di Federalimentare), Emilio Viafora (Presidente di Federconsumatori), Valter Molinaro (Responsabile Innovazione e Servizi ai soci e consumatori di Coop Lombardia.), Carlo Foglieni (Presidente AIGA sezione Bergamo), Rolando Manfredini (Responsabile per la Sicurezza Alimentare di Coldiretti), Arturo Caputo (CEO Food Consulting Sas), Alfredo Serra (Avvocato e Consigliere Nazionale Aiga).

L'evento, che rientra nell’ambito del progetto europeo Big Picnic sulla sicurezza alimentare, ha carattere formativo professionale e, al contempo, offre al pubblico un’occasione di approfondimento con esperti di settore. Infine, domenica 15 ottobre alle 16 nella Chiesa di San Giorgio incontro e dialogo sul tema "Coltivare futuro. beati quelli che abiteranno la terra" con Lella Costa e Carlo Petrini.

Inoltre numerosi studenti dell'UNISG, provenienti da diversi paesi, sono protagonisti di alcuni laboratori gastronomici nella giornata di sabato 14 ottobre.Ecco i loro nomi: Jean Paul Charle Garin dalla Francia, Elizabeth Berlinghof e Mia Schembs dalla Germania, Shino Matsui dal Giappone, Laura DeOlivera e Molly Renado dagli Stati Uniti, Aleeshia Tozzi dal Canada, Elena Contenti dall'Italia e Rowan Hallet dalla Gran Bretagna.

Gli stessi studenti domenica 15 ottobre incontrano i ministri dell'agricoltura del G7 per mettere a dimora, insieme a loro, alcuni alberi nella valle della Biodiversità presso il Monastero di Astino, a Bergamo.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore