/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | giovedì 12 ottobre 2017, 12:28

L’ex segretario comunale di Argentera patteggia quattro mesi per concorso in turbativa d’asta

L’ex sindaco, la moglie, il suocero e un’imprenditrice affronteranno il processo a gennaio

L’ex segretario comunale di Argentera patteggia quattro mesi per concorso in turbativa d’asta

R.E., ex segretario comunale di Argentera, ha patteggiato 4 mesi. Era accusato di concorso in turbativa d’asta, per il quale sono imputati l’ex sindaco Arnaldo Giavelli, la moglie E.D., il suocero S.D., titolari di una ditta di Vinadio e F.C. imprenditrice di Moiola.

L’operazione della Guardia di Finanza, che aveva portato all’arresto di Giavelli, era stata denominata “Valle Pulita” e riguarderebbero due appalti: il primo, del valore di circa un milione di euro, nell'ambito del programma “6.000 Campanili” per il finanziamento di opere infrastrutturali nei piccoli Comuni, il secondo per la ristrutturazione della sede comunale.

R.E. in un primo tempo avrebbe accusato l’ex sindaco di averlo minacciato per costringerlo a firmare gli atti di assegnazione delle gare. Le indagini avevano invece portato a scoprire un suo coinvolgimento “attivo”.

Giavelli, la moglie, il suocero e l’imprenditrice, invece, compariranno davanti ai giudici il prossimo 24 gennaio per la prima udienza dibattimentale del processo.

Monica Bruna

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore