/ Eventi

Spazio Annunci della tua città

Pannello solare,Veranda FIAMMA, Portabici FIAMMA 4 canaline, TV e decoder in mobiletto dedicato, Antenna digitale,...

Mi chiamo Andrea Panarese e sono un libraio antiquario. Acquisto libri antichi in Liguria e dintorni. Mi trovate anche...

Società di trasporti a Torino assume autista di scarrabile e bilico con patentino ADR. Inviare curriculum via mail ...

Strepitosa occasione composta da soggiorno più angolo cottura due camere ,,gran terrazzo più grande giardino...

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | giovedì 12 ottobre 2017, 17:05

Al castello di Belvedere a Cisterna d’Asti alla riscoperta dei saperi antichi vinicoli

Martedì 17 ottobre con il Tempo Ritrovato di Saluzzo al museo etnografico più importante del Piemonte, guidati dalla storia de la Bela Rosin. Prenotazioni in corso. Minimo 40 partecipanti

Cisterna d'Asti - Foto generica

Alla scoperta dei saperi antichi con... la Bela Rosin. Il "Tempo Ritrovato" di Saluzzo, che ha inaugurato il suo programma la scorsa settimana, propone come giorno "fuori porta", martedì 17 ottobre il castello di  Belvedere a Cisterna d’Asti.

"Alle origini dei grandi vini piemontesi si trovano spesso famosi personaggi legati a casa Savoia, che svilupparono saperi antichi e sperimentarono tecniche ancor oggi in uso. Ai Savoia-Aosta si ricollega il Castello di Belriguardo o di Belvedere a Cisterna d’Asti, al centro della produzione del DOC omonimo. Il Castello, di cui furono signori successivamente i Del Pozzo Della Cisterna, la Chiesa e i Savoia, sorge sulla sommità di un colle, racchiuso in una doppia cerchia di recinti (sec.XI – XII), all’interno dei qualiesiste ancora la cisterna di raccolta, da cui il nome".

Già citato in un documento del 911 come luogo fortificato di avvistamento e trasformato in residenza nobiliare in epoca barocca, il castello ospita “Arti e Mestieri di un Tempo”, il museo etnografico più importante del Piemonte con circa 4000 oggetti, che testimoniano la cultura vinicola, artigiana e contadina dal 1600 al 1900. Fu invece il conte di Fontanafredda Emanuele Guerrieri, figlio di Vittorio Emanuele II e della Bela Rosin, a dedicarsi con approccio imprenditoriale moderno allo sviluppo commerciale della tenuta di 138,82 giornate, donata nel 1858 dal Re all’amata Rosa Vercellana, insignita l’anno dopo del titolo di Contessa di Mirafiori e Fontanafredda. Oggi Fontanafredda esporta i suoi nobili vini rossi e spumanti in tutto il mondo ed è nei punti Eataly in Giappone e negli USA.

PROGRAMMA Partenza da Saluzzo, piazza XX Settembre, alle 8.30 - ritrovo alle 8.15 - Bus Allasia.  

Al mattino visita guidata al Museo Arti e Mestieri di un tempo ospitato nel castello di Cisterna d’Asti. Pranzo libero (possibilità di pranzare presso il Ristorante convenzionato “La cà rossa” al costo di 12 euro).

Nel pomeriggio trasferimento a Fontanafredda, visita guidata alle cantine e al parco con degustazione di vino moscato Rientro a Saluzzo intorno alle ore 19 Quota di partecipazione: 37 euro.

Numero minimo di partecipanti: 40 persone.

Informazioni e iscrizioni presso l’ufficio IAT-in piazza Risorgimento 1, Saluzzo - tel. 0175 46710.

v.b.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore