/ Eventi

Spazio Annunci della tua città

Pannello solare,Veranda FIAMMA, Portabici FIAMMA 4 canaline, TV e decoder in mobiletto dedicato, Antenna digitale,...

Mi chiamo Andrea Panarese e sono un libraio antiquario. Acquisto libri antichi in Liguria e dintorni. Mi trovate anche...

Società di trasporti a Torino assume autista di scarrabile e bilico con patentino ADR. Inviare curriculum via mail ...

Strepitosa occasione composta da soggiorno più angolo cottura due camere ,,gran terrazzo più grande giardino...

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | giovedì 12 ottobre 2017, 16:55

Jazz, arte contemporanea, video, fotografia

Giovedì 26 ottobre, Luigi Martinale Trio a Cuneo. Sabato 28 ottobre Paolo Jannacci Trio +1 a Pinerolo

Luigi Martinale Trio

Prosegue con due appuntamenti importanti nella stessa settimana, la rassegna di musica itinerante “Jazz Visions”, organizzata dal Cenacolo Studi “Michele Ginotta” sotto la direzione artistica di Luigi Martinale. Giovedì 26 ottobre al Conservatorio “G.F. Ghedini” di Cuneo si esibirà il Luigi Martinale Trio (Luigi Martinale al pianoforte, Yuri Goloubev al contrabbasso e Zaza Desiderio alla batteria) con “La colonna sonora che non c'è” e sabato 28 ottobre a Pinerolo si esibirà il “Paolo Jannacci Trio + 1” in “Hard Playing” con Paolo Jannacci al pianoforte, Stefano Bagnoli alla batteria, Marco Ricci al contrabbasso e Daniele Moretto alla tromba.

Due appuntamenti imperdibili per il festival di musica e arti visive.


  1. Cuneo – Conservatorio “G. F.Ghedini”

  2. Sala concerti “Giovanni Mosca”, via Roma 19

  3. 26 ottobre 2017 ore 21,00

  4. ingresso libero

  5. Concerto in collaborazione con il Conservatorio “G. F.Ghedini”

  6. e nell’ambito della stagione artistica 2017

  7. LUIGI MARTINALE TRIO

  8. La colonna sonora che non c’è.

  9. Luigi Martinale, pianoforte

  10. Yuri Goloubev, contrabbasso

  11. Zaza Desiderio, batteria


  1. Musiche di Luigi Martinale e di altri insospettabili autori.

  2. La magia del jazz favorisce incontri insoliti e lontani: si può essere nati a Rio de Janeiro, a Mosca o nella profonda provincia di Cuneo, ma quando si stacca il tempo e nell’aria le onde sonore si trasformano in concrete sensazioni acustiche ogni distanza viene annullata.

  3. Luigi Martinale scrive musica rivolgendosi alla grande lezione del jazz, senza disdegnare altre influenze musicali. Con la tecnica impeccabile e l’innata capacità comunicativa di Yuri Goloubev e Zaza Desiderio la musica si colora in modo inaspettato, trasformandosi in una “colonna sonora che non c’è”.


Nella stessa giornata, sempre presso la sede del Conservatorio di Cuneo - 26 ottobre 2017 – ore 10 - 13 e 14,30-17,30 - Masterclass di batteria di Zaza Desiderio - info 347 3141294


­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­______

Pinerolo

28 ottobre 2017- Ore 21,15

Ingresso 12 euro, ridotti 8 euro (fino a 18 anni e oltre i 65)


Si avvisa che il servizio biglietteria, a cura del Teatro Sociale, sarà organizzato secondo le seguenti modalità:


1) acquisto on-line tramite il circuito www.vivaticket.it (dal 2 ottobre);

2) prevendita presso l'Ufficio del Turismo di Pinerolo (via Giolitti 7/9), tel.:0121.795589;

3) acquisto dei biglietti la sera stessa del concerto, presso la biglietteria del Teatro Sociale,         con apertura dalle ore 19,30.


PAOLO JANNACCI TRIO+1

HARD PLAYING


Paolo Jannacci, pianoforte,

Stefano Bagnoli, batteria

Marco Ricci, contrabbasso

Daniele Moretto, tromba

Paolo Jannacci torna con un nuovo disco dal titolo “Hard Playing”, un album intenso, dedicato al jazz più contemporaneo, a volte sperimentale, a volte legato alla pura espressione della soggettività, in cui spicca sempre la visione di insieme dei quattro eccellenti musicisti che lo hanno composto e suonato. Paolo porta un nome ingombrante che non limita la sua voglia di suonare con il suo gruppo di lavoro preferito e indissolubile. Le ritmiche scintillanti e vigorose di Stefano Bagnoli, il lirismo e l’autorevolezza di Marco Ricci, la modernità armonica di Paolo Jannacci e il grande estro di Daniele Moretto fanno di Hard Playing un viaggio nella musica senza limitazioni.

Presentazione del direttore artistico, Luigi Martinale

1917 – 2017

Il jazz compie 100 anni. Come si fa a dire che il jazz è nato in un momento preciso? Infatti, non si può, Ma nel 1917, a New York, per la prima volta compare la parola jazz in una registrazione discografica e, cosa curiosa, il gruppo, che probabilmente non avrebbe immaginato di passare alla storia per questo motivo, era guidato da Nick La Rocca, italo-americano, suonatore di cornetta. E dopo 100 anni il jazz è vivo più che mai! E Jazz Visions intende celebrare la ricorrenza con 10 eventi unici. A tutti i musicisti della nostra stagione è stato chiesto di iniziare il loro concerto con una interpretazione di Livery Stable Blues, il brano della Original Dixieland Jass Band (sì, proprio con due esse!) che in quel 1917 si rivelò irresistibile, vendendo in poco tempo un milione di copie. Ma le ricorrenze non finiscono qui. Thelonious Monk nacque 100 anni fa e verrà celebrato con un evento mai realizzato prima. Anche Ella Fitzgerald compirebbe 100 anni nel 2017: due splendide voci femminili, alla guida dei loro gruppi, seppur giustamente orientate su personalissimi percorsi creativi, ci ricorderanno che il mondo del jazz non è soltanto appannaggio degli uomini. E potremo ammirare anche il musicista italiano più longevo, che non ha 100 anni, ma poco ci manca: un miracolo di tenacia e creatività. E chi nel 2017, a 17 anni, suona con talento e determinazione, lasciandoci ben sperare per il futuro di questa musica. E 50 anni fa John Coltrane lasciava il mondo terreno e quindi sarà d’obbligo ricordarlo. E ci sarà ancora molto altro. Sfogliate il nostro programma e buon divertimento!

Luigi Martinale

Direttore artistico di Jazz Visions


Ma non c'è solo grande musica al Jazz Visions: ad accompagnare con le sue mostre ogni concerto della rassegna di questa edizione sarà il pittore e scultore torinese Luigi Stoisa, che presenterà le sue forme d'arte in spazi appositamente allestiti nelle location che ospiteranno il festival. E poi ci sono i team “Click&Jazz”, e “Click&Jazz Junior” che si occuperanno delle riprese fotografiche del concerto: i migliori scatti saranno successivamente visionabili da tutti sul sito della rassegna www.jazzvisions.it e anche su Facebook alla pagina JazzVisions.

PROSSIMI APPUNTAMENTI JAZZ VISIONS 2017

Vigone (TO) – Teatro Selve

18 novembre 2017, ore 21,15

Ingresso 10 euro, ridotti 7 euro (fino a 18 anni e oltre i 65)


Happy Birthday Thelonious Monk!

Produzione originale per Jazz Visions 2017


Il mondo del jazz, in questo 2017, ricorda il centenario della nascita di Thelonious Monk, pianista che ha scritto pagine fondamentali della storia del jazz. La sua musica improntata ad una forte originalità ha da sempre attratto intere generazioni di musicisti, che ne studiano il linguaggio, continuando a dar vita alle sue composizioni sorprendenti.

Jazz Visions, per ricordare questo appuntamento, propone uno spettacolo incentrato sulla figura di Monk, invitando sul palco del Teatro Selve otto pianisti, tutti di notevole spessore artistico, che da sempre si cimentano nell’interpretazione del repertorio di Monk.

Ogni pianista sarà invitato ad eseguire due brani tratti dal repertorio di Thelonious Monk.

Tra l’esibizione di un pianista e l’altro Toni Bertorelli, noto attore teatrale e televisivo, nonché grande appassionato di jazz, leggerà alcuni passi tratti da innumerevoli scritti che ormai la letteratura su Thelonius Monk ci mette a disposizione.

I pianisti: Luigi Bonafede - Guido Canavese - Sergio Di Gennaro - Fabio Giachino - Fabio Gorlier - Luigi Martinale - Aldo Rindone - Riccardo Ruggeri - Voce recitante, Toni Bertorelli

Concerto realizzato grazie al sostegno di Azimut capital management


Bagnolo P.te (CN) – Teatro Silvio Pellico

2 dicembre 2017, ore 21,15

MICHAEL ROSEN - LUIGI TESSAROLLO Quartet

feat. ROBERTO GATTO

Ingresso 10 euro, ridotti 7 euro (fino a 18 anni e oltre i 65)


Michael Rosen, sax tenore

Luigi Tessarollo, chitarra

Davide Liberti, contrabbasso

Roberto Gatto, batteria


Quattro musicisti dalla forte personalità si uniscono in un progetto originale per un concerto che si preannuncia di forte impatto: Michael Rosen, americano di nascita e romano di adozione, si è imposto come uno dei musicisti di punta della scena jazz non solo italiana; Luigi Tessarollo, musicista eclettico, compositore di rara sensibilità, riconosciuto tra i migliori chitarristi italiani; Roberto Gatto certamente il più noto batterista italiano, leader prolifico e instancabile di molti progetti che hanno fatto storia nel jazz in Italia; e il talentuoso Davide Liberti musicista di alto valore, vincitore di numerosi premi.


Il concerto si articolerà in due momenti: nella prima parte saranno presentati brani originali scritti da Rosen e Tessarollo, mentre la seconda parte sarà un omaggio a John Coltrane, in occasione del cinquantesimo anno della sua scomparsa.


28 novembre, ore 14,00

Scuola Primaria dell'I.C. "Fenoglio" – Bagnolo P.te (CN)

Laboratorio di Cigar Box Guitar, a cura di Max Carletti ed Elio Tebaldini


Mariangela Corrias - Daniel Chauvet - Alberto Ferrero - Mirco Saletti - Massimo Tursi - Giorgio Vergnano


Click & Jazz Junior: Chiara Amparore - Lara Fantone - Michele Filippucci - Alberto Perro



Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore