/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 17 ottobre 2017, 13:03

Priero, ecco "Lands of Future": il workshop internazionale sull'integrazione nei comuni montani

Il sindaco Ingaria: "Saranno due giorni all'insegna del dialogo e dell'incontro tra culture nell'idea che l'unico futuro possibile sia il futuro dei popoli che scelgano un cammino condiviso"

Foto generica

Foto generica

Venerdì 20 ottobre a Priero prende il via un workshop dedicato alla cooperazione internazionale, alla solidarietà e alle buone pratiche in materia di accoglienza, migrazioni e integrazione. 7Realizzato nell'ambito del progetto Acces – promosso in Italia da Uncem Piemonte e Comune di Priero, in partnership con Enti istituzionali di Slovenia, Polonia, Grecia, Germania e Spagna con il contributo di Europe for citizens – il convegno internazionale "Lands of future: Migrazioni e sviluppo dei territori per un futuro sostenibile" prevede l'intervento di rappresentanti istituzionali italiani ed europei, insieme a esponenti del mondo culturale e accademico, organizzazioni della società civile, che discuteranno delle migrazioni come fattore cruciale nella crescita dei territori locali alla luce di Agenda 2030, di cui è stata recentemente approvata la Strategia nazionale.

La manifestazione proseguirà alle 20.45 con la proiezione del film Un paese di Calabria, di Shu Aiello e Catherine Catella (prodotto da Tita Productions, Marmita Films, Les productions JMH, Bo Film) dedicato ai cicli migratori attraverso il ritratto del modello Riace. Evento conclusivo, la proiezione del film "La lunetta", dell'artista Dario Ghibaudo, prodotto da Lab80film, seguito da La nascita di una tradizione, spettacolo di parole, teatro, canzoni ed immagini a cui prenderanno parte anche gli attori Filippo Bessone e Luca Occelli (nei ruoli di Padre Filip e il chierichetto), l'antropologo Adriano Favole, con la partecipazione straordinaria di don Aldo Galleano.

"La manifestazione - spiega Alessandro Ingaria, Sindaco di Priero - è stata concepita anche come tappa di avvicinamento alla Conferenza Pubblica sulla Cooperazione allo Sviluppo, in collaborazione con Aoi, l'Associazione delle Ong Italiane, eForumSad, il Forum Permanente per il Sostegno a Distanza, membri del Consiglio Nazionale della Cooperazione allo Svluppo del Ministero Affari Esteri e Cooperazione internazionale. Saranno due giorni all'insegna del dialogo e dell'incontro tra culture nell'idea che l'unico  futuro possibile sia il futuro dei popoli che scelgano un cammino condiviso."

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium