/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 17 ottobre 2017, 20:03

Richiedenti asilo nel comune di Cuneo, Alberto Coggiola: "Che le frazioni siano equiparate ai comuni con meno abitanti"

Secondo l'accordo vigente tra Ministero e ANCI, i comuni con meno di 2000 abitanti dovrebbero accogliere al massimo 6 persone: il Consigliere dei Moderati ha realizzato un ordine del giorno per il prossimo Consiglio comunale

Alberto Coggiola - Foto di repertorio

Alberto Coggiola - Foto di repertorio

Si ritornerà a parlare di immigrazione, integrazione e richiedenti asilo nel prossimo Consiglio comunale della città di Cuneo, in particolare riferita alle frazioni, in queste ultime settimane "nell'occhio del ciclone" per le voci di supposti nuovi arrivi di richiedenti asilo.

A portare la discussione in Consiglio comunale è stato il Consigliere Alberto Coggiola dei Moderati, con un ordine del giorno dedicato, che prende le mosse dall'attuale accordo tra ANCI e Ministero dell'Interno, il quale destinerebbe 6 richiedenti asilo per i comuni con numero di abitanti inferiore ai 2000, e il 3% del totale su quelli con numero di abitanti superiore (Cuneo, con questo calcolo, ne dovrebbe ospitare al massimo 177).

Nel testo dell'ordine del giorno, Coggiola, chiede che le frazioni comunali vengano equiparate ai comuni con meno abitanti, e che lo stesso ordine del giorno venga inviato al Prefetto di Cuneo, ma anche all'ANCI e al Ministero dell'Interno per un'eventuale aggiunta all'accordo vigente.

s.g.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium