/ Cuneo e valli

Che tempo fa

Cerca nel web

Cuneo e valli | martedì 17 ottobre 2017, 15:00

“Via libera” al cambio degli pneumatici: c’è tempo sino al 15 novembre per passare alle “gomme da neve”

L’obbligo rimarrà in vigore sino al 15 aprile. Multa da 85 euro per chi non si adegua a quanto previsto dalla Legge

I controlli della Polizia stradale - Immagine di repertorio

I controlli della Polizia stradale - Immagine di repertorio

È scattato ufficialmente domenica 15 ottobre, anche se le temperature più che miti farebbero pensare a tutt’altro, il “via libera” al cambio di pneumatici, in vista della stagione invernale.

Autisti ed automobilisti avranno un mese esatto di tempo per adeguarsi a quanto previsto dal Codice della strada, dotando i veicoli di pneumatici invernali oppure predisponendo a bordo catene da neve.

L’obbligo di dotazioni invernali sarà in vigore sino al 15 aprile del prossimo 2018: la normativa vigente, però, ammette un mese di tolleranza prima e dopo i termini del periodo. Tradotto in parole povere, si potrà circolare ancora con pneumatici “estivi” dal 15 ottobre al 15 novembre e – parimenti – si potranno utilizzare “gomme da neve” dal 15 aprile al 15 maggio.

Una deroga, quest’ultima, “riservata” esclusivamente alle auto, ai furgoni fino ad un massimo di 3,5 tonnellate ad ai rimorchi fino a 0,75 tonnellate, così come vuole un’apposita circolare del Ministero.

Ovviamente, le caratteristiche degli pneumatici dovranno rispettare scrupolosamente quelle indicate sulla carta di circolazione (misure, indice di carico e codice di velocità).

L’articolo 6 del Codice della strada, recante “Regolamentazione della circolazione fuori dei centri abitati” prevede che “Chiunque violi gli obblighi, divieti e limitazioni previsti è soggetto alla sanzione amministrativa” di 85 euro, ridotti a 59,50 nel caso in cui la contravvenzione sia pagata entro 5 giorni dalla contestazione.

Le forze dell'obbligo possono anche intimare al conducente di arrestare il veicolo e di proseguire solo dopo averlo dotato di equipaggiamento invernale.

È consentita un’estensione temporale del periodo di vigenza dell’obbligo, in caso di strade o tratti di strada che presentino condizioni climatiche particolari, come ad esempio le strade di montagna a quote particolarmente alte.

Nicolò Bertola

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore