/ Saluzzese

Che tempo fa

Cerca nel web

Saluzzese | 17 ottobre 2017, 07:45

Per la gioia di bimbi e maestre, Envie inaugura la nuova scuola dell’infanzia

La cerimonia ufficiale è prevista sabato mattina, alla presenza anche del governatore della Regione Sergio Chiamparino. Portate a termine anche opere di riqualificazione sull’edificio esistente

La nuova scuola dell'infanzia di Envie

La nuova scuola dell'infanzia di Envie

Sarà festa grande, ad Envie, sabato mattina alle 9.45, per l’inaugurazione della nuova scuola dell’infanzia di via del Brusk.

Alle 9.45 inizierà la cerimonia, che prevede il ritrovo in piazza Cesare Buzzi, alla quale saranno presenti il sindaco Roberto Mellano con l’Amministrazione comunale, tutto il “mondo” delle scuole enviesi e le rappresentanze delle associazioni di volontariato presenti sul territorio.

Alla mattinata è prevista anche la presenza del governatore della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, che dovrebbe giungere in paese insieme all’assessore all’Istruzione Giovanna Pentenero.

L’edificio scolastico che ospita la scuola dell’infanzia è stato oggetto di importanti e massicci lavori di riqualificazione, seguiti dallo studio dell’architetto Fulvio Bachiorrini di Saluzzo.

L’ Amministrazione comunale – spiega Bachiorrini – ha voluto realizzare un doppio intervento: uno di manutenzione straordinaria e consolidamento strutturale del fabbricato esistente, l’altro di ampliamento costituito da due blocchi a connettersi con la scuola esistente”.

Si è intervenuti, quindi, sopperendo anche a quelle che i progettisti hanno definito “gravi carenze”, come l’assenza di un salone polivalente, la mensa e la cucina sottodimensionate e la presenza di un solo locale di servizio igienico per tutte le sezioni.

Non solo, perché le opere hanno anche messo mani agli aspetti legati alla sicurezza, alla prevenzione di incendi, al rendimento energetico, alla salubrità della struttura, senza tralasciare il “livello di sicurezze in caso di eventi sismici”.

Un’operazione a 360 gradi, dunque, che guarda anche al futuro, come ci conferma Bachiorrini, ed alla “possibilità di un incremento degli alunni”.

È stato realizzato un ampliamento della struttura, che permetterà di ospitare una mensa adatta alle esigenze del plesso scolastico, le sezioni 2 e 3 della scuola dell’infanzia, evitando ai piccoli alunni ed alle maestre di spostarsi quotidianamente nell’edificio delle scuole elementari per lo svolgimento delle attività, due locali per attività pratiche ed una palestra (al piano seminterrato).

Particolare attenzione è stata posta anche all’aspetto del risparmio energetico, con un sistema di riscaldamento a pavimento (nella parte nuova, mentre nella struttura esistente rimarranno i termosifoni), con invece radiatori a colonna nei locali adibiti a servizi igienici e convettori nel vano scola e nel locale polivalente.

I serramenti saranno in Pvc. “Dall’esterno – sottolinea Bachiorrini - possiamo notare che la nuova scuola ossiede numerose superfici finestrate idonee a garantire il rapporto aeroilluminante. Nell’insieme l’edificio risulta essere una integrazione di volumi diversi, forme rettangolari e circolari, con rotazione del nuovo volume rispetto all’asse dell’edificio attuale, per riprendere la direzione dell’attuale recinzione”.

Dopo il ritrovo in piazza Cesare Buzzi, sabato mattina, in corteo si raggiungerà il plesso scolastico, accompagnati dalla Banda musicale di Paesana, dove seguiranno gli interventi delle autorità civili, religiose, il taglio del nastro, la benedizione della struttura, la visita all’interno dei locali ed il rinfresco con l’intervento dei piccoli alunni.

Nicolò Bertola

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium