/ Saluzzese

Che tempo fa

Cerca nel web

Saluzzese | 17 ottobre 2017, 16:15

Per tre giorni la castagna sarà la “Regina di Venasca”

Da venerdì 20 a domenica 22 ottobre c’è la Mostra Mercato dei prodotti artigianali ed agricoli

Un'istantanea dell'edizione 2016

Un'istantanea dell'edizione 2016

Dopo la serata musicale di venerdì 20 ottobre con “Radio number one in tour e top Dj girl”, presso il “Palacastagna” in piazza Martiri, la Mostra Mercato dei prodotti artigianali ed agricoli “La Castagna” entrerà nel vivo sabato 21 ottobre con la tavola rotonda “La castagna – realtà e prospettive”, che avrà luogo nella Sala Consiliare a partire dalle ore 14.30.

L’incontro, coordinato dal giornalista del Giovanni Gianaria, sarà condotto dal dottor Paolo Massobrio, noto critico enogastronomico da 30 anni si occupa di economia agricola ed enogastronomia.

Collabora con i quotidiani La Stampa, Avvenire, Italia Oggi, ed è direttore responsabile del portale www.ilgolosario.it, della rivista Papillon e de La Circolare. In tv con Edoardo Raspelli e Gabriella Carlucci ha partecipato per due anni alla trasmissione Melaverde, curando la rubrica sui vini, ha collaborato alle trasmissioni "Linea Verde al Mercato", alla rubrica “Gusto” del TG5e a "Linea Verde", e dal 2014 è giudice alla trasmissione “La Prova del Cuoco” su Rai 1 di Antonella Clerici.

Con lui interverranno personalità esperte a vario titolo sull’argomento “castagna”: il professor Roberto Botta, docente presso il Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari dell’Università degli studi di Torino, il professor Gabriele Loris Beccaro, responsabile del Centro di Castanicoltura di Chiusa Pesio,  il sindaco (Achille Martinetti) ed il Responsabile della Sagra della Castagna (Denis Moretti) di Bocognano, paese della Corsica gemellato con Venasca, che ha intrapreso con il paese della Valle Varaita un percorso volto alla valorizzazione della castanicoltura, fondato sullo scambio e la cooperazione, Silvio Barbero, vicepresidente di Slow Food Italia, associazione internazionale fondata da Carlo Petrini nel 1986 a Bra, che ha raggiunto negli anni notorietà e successo internazionali, arrivando a contare oggi 100mila iscritti e aderenti in 130 Paesi.

A portare il contributo e il punto di vista delle istituzioni interverranno inoltre per la Regione Piemonte l’assessore all’agricoltura, caccia e pesca Giorgio Ferrero, il presidente dell’UNCEM Piemonte Lido Riba ed il Presidente dell’ATL di Cuneo Mauro Bernardi. Sarà presente inoltre un rappresentante della Coldiretti Cuneo, la più nota associazione di categoria degli agricoltori italiani.

A testimonianza di come la castagna può essere utilizzata nella realizzazione di prodotti di eccezionale qualità, sarà ospite della tavola rotonda il maestro pasticcere Nicola Fiasconaro, contitolare della Fiasconaro  Srl, che ha impiegato le castagne di Venasca per la realizzazione di un nuovo prodotto, il panettone Marron Noir, lanciato lo scorso maggio nel corso della manifestazione internazionale Tuttofood a Milano e che sarà presente per il prossimo Natale nelle più importanti vetrine del mercato.

Dopo il dibattito, è prevista per le ore 17 l’inaugurazione del nuovo Ufficio Turistico in Piazza Martiri (locali dell’Ex Peso Pubblico).

Proprio davanti ad esso – commenta il sindaco Silvano Dovettaabbiamo voluto collocare due bellissimi esemplari di castagno, pianta simbolo di Venasca, a svelare un'importante funzione che avrà il nostro Ufficio Turistico, che oltre a fornire informazioni su attività e iniziative, fungerà da vetrina dei prodotti tipici della Valle Varaita e metterà in contatto direttamente i produttori ed i consumatori finali, creando un circolo virtuoso e riducendo al minimo la filiera”.

Per rimarcare l’importante ruolo rivestito da chi fa si che la castagna di Venasca sia nota ed apprezzata, seguirà la consegna del riconoscimento “Castagna d’oro” a una personalità che nell’ultimo anno si è distinta in questo senso. Seguirà la presentazione ufficiale del nuovo prodotto della Fiasconaro Srl, il Marron Noir realizzato con le castagne di Venasca,  con aperitivo in piazza.

La giornata si concluderà con la Grande Cena della Castagna, dalle ore 20.30 presso il Pala Castagna in Piazza Martiri a base di piatti tipici del territorio (23 euro, prenotazioni entro il 18 ottobre ai numeri 0175.567353 e 380.6511928).

Domenica, spazio poi agli espositori, alla musica e ai balli che allieteranno le vie del paese per l’intera giornata.

Alle 8.30, apertura della mostra mercato dei prodotti tipici della valle; alle 9.30 raduno di auto e moto d’epoca; alle 11 laboratorio del miele dedicato agli alunni della Scuola Primaria di Venasca; alle 12.30, presso il Palacastagna, pranzo a base di polenta, salsiccia e bagna caöda di Faule; alle 14.30 apertura della Confraternita per la mostra delle arpe; alle 15 laboratorio sensoriale a cura dell’Unione Ciechi di Cuneo (nella palestra delle scuole elementari); alle 16.30 “Il piccolo flauto magico”, originale spettacolo teatrale-musicale rielaborato dall’opera di Wolfgang Amadeus Mozart, a cura degli insegnanti dell’Istituto Musicale Venasca e Valle Varaita, in collaborazione con la Fabbrica dei suoni (nella palestra delle scuole elementari); alle 17 laboratorio sensoriale a cura dell’Unione Ciechi di Cuneo; alle17.30 “Il piccolo flauto magico”.

Per tutta l’arco della giornata saranno presenti animazione e musica in compagnia di gruppi musicali e corali, allievi e insegnanti dell’Istituto Musicale Venasca e Valle Varaita, balli occitani arpe in mostra, distribuzione caldarroste e frittelle di mele.

r.t.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium