/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 19 ottobre 2017, 13:05

Cuneo torna protagonista della sperimentazione artistica: ecco la 3^ edizione di "Albume"

Le residenze in ambiente domestico prenderanno il via dal 23 ottobre e proseguiranno sino ai primi di novembre

Cuneo torna protagonista della sperimentazione artistica: ecco la 3^ edizione di "Albume"

Nelle prossime settimane la città di Cuneo tornerà protagonista della sperimentazione artistica con la 3^ edizione diffusa di "Albume, artisti a domicilio".

Dal 23 ottobre, fino ai primi giorni di novembre si terranno le residenze in ambiente domestico dei 5 artisti selezionati che hanno accettato l’invito a soggiornare presso le abitazioni di 4 famiglie del centro storico cittadino. Per il percorso espositivo occorrerà invece attendere le giornate di venerdì 1 e sabato 2 dicembre, quando le famiglie apriranno le porte della propria casa per accogliere i visitatori del percorso espositivo diffuso creato dagli stessi artisti.

Il progetto costituisce l’appuntamento inaugurale della prossima edizione di ZOOART A.R.C.A., Arte Ricerca Comunità Abitare, a cura dell’Associazione Art.ur, da anni impegnata sul territorio della provincia cuneese nell’ideazione e nella progettazione partecipata e condivisa di interventi di arte contemporanea nello spazio pubblico. Sin dai suoi esordi, Albume si focalizza sulla dimensione relazionale dell’atto creativo e sceglie come arena per il confronto lo spazio domestico.

Centro gravitazionale dell’esperienza è l’unità abitativa, ambiente e abitanti di un microcosmo sconosciuto che l’artista è chiamato a esplorare in prima persona. Le mura domestiche da silenziose e impenetrabili custodi del vissuto intimo di ciascuna famiglia si scopriranno così superfici permeabili, l’abitazione verrà vissuta come spazio liminale in cui si consuma un incontro tra perfetti sconosciuti, dapprima tra ospite e artista invitato, in seguito tra ospite, artista e pubblico.

Nelle prossime settimane gli artisti selezionati, Dragos e Erika Olea del collettivo rumeno Apparatus 22, Franco Ariaudo, Nuvola Ravera e Patrizia Emma Scialpi, incontreranno le rispettive famiglie ospitanti, condivideranno con loro spazi, orari, abitudini, si racconteranno e si metteranno in ascolto. Un’esperienza di convivenza quotidiana declinata nel rispetto delle singole identità, diverse le pratiche di coabitazione che saranno messe in atto durante la fase di residenza, dalla conoscenza graduale costellata di incontri saltuari fino alla convivenza immersiva.

L’incontro tra famiglia e artista verrà in seguito restituito attraverso la realizzazione di un intervento artistico site-specific, uno per ciascuna delle abitazioni che hanno aderito al progetto. Venerdì 1 e sabato 2 dicembre il pubblico sarà accolto dagli artisti e dagli abitanti stessi e accompagnato alla scoperta delle opere scaturite dall’interazione tra persone che senza timore hanno accettato la sfida di conoscersi in condizioni del tutto inconsuete.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium