/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 27 ottobre 2017, 07:22

Smettere di fumare con le sigarette elettroniche

Nei negozi specializzati si trovano liquidi di ogni tipo, con aromi sempre più particolari e ricercati.

Smettere di fumare con le sigarette elettroniche

Molti fumatori lo sanno bene: smettere questo tipo di abitudine è assai difficile. Anche in Italia i medici e gli addetti che si occupano di questa problematica additano le sigarette elettroniche come ottimo metodo da sfruttare in questo senso, visto che hanno delle caratteristiche che possono aiutare il fumatore a superare la dipendenza fisica e psicologica dalle tradizionali “bionde”. Le motivazioni sono varie, dovute al fatto che tali dispositivi sono stati ideati appositamente per sostituire le classiche sigarette di tabacco.

Come utilizzarle

Le sigarette elettroniche simulano in modo adeguato quelle tradizionali. Le difficoltà incontrate nello smettere di fumare dipendono da una serie di dipendenze, causate dalla nicotina e dal gesto di fumare, assi difficili da superare. Con le sigarette elettroniche si può trovare un valido sostituto alla bionda per quanto riguarda il gesto del fumare, in tutti i suoi risvolti. Inoltre è possibile utilizzare liquidi sigaretta elettronica fai da te, o acquistati nei negozi specializzati, che contengono quantità sempre minori di nicotina, evitando così spiacevoli crisi di astinenza. In molti casi questo tipo di processo si può svolgere in completa autonomia; quando invece la dipendenza porta a fumare un numero elevato di sigarette ogni giorno, allora è forse il caso di rivolgersi a dei centri specializzati, dove dei professionisti sono in grado di fornire l’aiuto e i consigli del caso.

La dipendenza da fumo

Ormai è un fatto noto che fumare crei dipendenza, a causa del gesto stesso che si compie, tenendo in mano la sigaretta, ma non solo. Nel tabacco è contenuta nicotina, una sostanza che agisce direttamente sul sistema nervoso e la cui inalazione crea rapidamente una dipendenza fisica. Smettere drasticamente l’assunzione di nicotina porta a manifestare crisi di astinenza, più o meno gravi a seconda del soggetto interessato. Per ovviare a questo inconveniente in commercio esistono chewing gum, cerotti e compresse a base di nicotina a lento rilascio, che aiutano il fumatore che vuole dare un taglio al suo vizio. Purtroppo questi ausili non sempre sono sufficienti, in quanto la dipendenza psicologica da sigaretta può essere uguale, o anche più forte, rispetto a quella fisica. È proprio qui che entrano in gioco le sigarette elettroniche, che permettono al fumatore non solo di assumere dosi adeguate di nicotina, ma anche di compiere i gesti correlati al fumo da sigaretta, senza però inalare le migliaia di sostanze irritanti contenute in esso.

Diversi tipi di liquido

Chi intende sfruttare le sigarette elettroniche per smettere di fumare le “bionde” dovrebbe però cominciare con il piede giusto, cercando di diminuire progressivamente la quantità di nicotina contenuta nel liquido per lo svapo. A tale scopo sono disponibili in commercio prodotti con quantità sempre minori di tale sostanza, fino ad arrivare a liquidi che ne sono totalmente privi. In pratica si continua a fumare, o meglio a svapare, senza assumere neppure un grammo di nicotina, ma semplicemente godendosi l’aroma del liquido scelto. Nei negozi specializzati si trovano liquidi di ogni tipo, con aromi sempre più particolari e ricercati.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium