/ Saluzzese

Spazio Annunci della tua città

Delizioso monolocale a 800 mt dal mare, ideale come seconda casa, completamente arredato con struttura divano letto e...

Causa trasloco vendo stufa in ottime condizioni (usata 3 anni) Vi prego di valutare le caratteristiche sul sito...

Pannello solare,Veranda FIAMMA, Portabici FIAMMA 4 canaline, TV e decoder in mobiletto dedicato, Antenna digitale,...

Strepitosa occasione composta da soggiorno più angolo cottura due camere ,,gran terrazzo più grande giardino...

Che tempo fa

Cerca nel web

Saluzzese | domenica 12 novembre 2017, 17:25

Bagnolo Piemonte, cade per 14 metri in un pozzo e viene estratta viva da Vigili del fuoco e Soccorso alpino (FOTO)

La donna è stata poi affidata alle cure dei sanitari dell’emergenza sanitaria. È successo all’altezza del civico 117 di via Maddalena

Le operazioni di soccorso - Copyright Targatocn.it

AGGIORNAMENTO DELLE 17.53: L.M.B., classe 1970, è stata ricoverata presso il Dipartimento di Emergenza ed Accettazione dell'ospedale Santa Croce di Cuneo. Le sue condizioni di salute sono state classificate dai sanitari con un codice giallo, di media gravità.

La donna è stata elitrasportata a Cuneo. il recupero del corpo in fondo al pozzo è stato effettuato dal tecnico del Soccorso alpino presente sull'elicottero.

ORE 17.25: Una donna – di cui non si conoscono al momento le generalità - è caduta, questo pomeriggio, in un pozzo a Bagnolo Piemonte, lungo via Maddalena, all’altezza del civico 117.

Il corpo della malcapitata è caduto quattordici metri più in basso rispetto al livello del suolo, facendo temere il peggio.

Subito è scattato l’allarme, e sul posto, oltre alla medicalizzata del servizio di emergenza sanitaria territoriale giunta da Paesana e all'elisoccorso decollato da Levaldigi, sono intervenute le squadre dei Vigili del fuoco di Barge e Saluzzo, insieme al nucleo Speleo Alpino Fluveo di Cuneo ed al Soccorso alpino e speleologico piemontese.

Il gran lavoro dei soccorritori, che si sono messi subito all’opera, ha permesso di estrarre viva la donna dal pozzo, prima di affidarla alle cure dei sanitari dell’emergenza sanitaria.

Nicolò Bertola

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore