/ Attualità

Attualità | domenica 12 novembre 2017, 10:45

300 monregalesi a Lodi per l'ordinazione episcopale del nuovo vescovo di Mondovì (FOTO)

Monsignor Egidio Miragoli, 62 anni, entrerà ufficialmente in diocesi venerdì 8 dicembre

Foto Antonio Alfieri

Foto Antonio Alfieri

C'erano 300 monregalesi all'interno della cattedrale di Lodi, in Lombardia, per assistere dal vivo all'ordinazione episcopale di monsignor Egidio Miragoli, recentemente nominato vescovo di Mondovì in luogo del dimissionario Luciano Pacomio.

La cerimonia si è tenuta nel pomeriggio di sabato 11 novembre, alla presenza di 24 vescovi provenienti anche dal Piemonte, fra cui i cuneesi Giuseppe Cavallotto (vescovo emerito di Cuneo e Fossano), Piero Delbosco (vescovo di Cuneo e Fossano), Sebastiano Dho (vescovo emerito di Alba), Marco Brunetti (vescovo di Alba), Giuseppe Guerrini (vescovo emerito di Saluzzo), Cristiano Bodo (vescovo di Saluzzo). Presente anche lo stesso Pacomio nelle vesti di amministratore apostolico di Mondovì.

Si sono recati a Lodi anche alcuni amministratori del capoluogo monregalese, fra cui il sindaco Paolo Adriano, che ha affidato alla sua pagina Facebook ufficiale il proprio pensiero sulla giornata odierna: "È con emozione e gioia che, a nome della città di Mondovì e dell'intera amministrazione comunale, rivolgo a monsignor Egidio Miragoli un cordiale saluto, unito alle felicitazioni per la sua ordinazione episcopale. Abbiamo voluto partecipare numerosi a questa giornata così importante, nella cattedrale di Lodi, per testimoniare la vicinanza dei monregalesi al nuovo vescovo, nella convinzione che la sua opera pastorale e il suo consiglio costituiranno per noi tutti guida sicura nel comune percorso diretto al miglioramento ed alla crescita della nostra comunità".

Monsignor Miragoli, 62 anni, entrerà in diocesi venerdì 8 dicembre con una funzione in programma presso il duomo di San Donato a Piazza.

Alessandro Nidi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore