/ Saluzzese

Spazio Annunci della tua città

Delizioso monolocale a 800 mt dal mare, ideale come seconda casa, completamente arredato con struttura divano letto e...

Causa trasloco vendo stufa in ottime condizioni (usata 3 anni) Vi prego di valutare le caratteristiche sul sito...

Pannello solare,Veranda FIAMMA, Portabici FIAMMA 4 canaline, TV e decoder in mobiletto dedicato, Antenna digitale,...

Strepitosa occasione composta da soggiorno più angolo cottura due camere ,,gran terrazzo più grande giardino...

Che tempo fa

Cerca nel web

Saluzzese | martedì 14 novembre 2017, 17:15

Chiesa di San Bernardino, sui ponteggi ad un palmo di naso dagli affreschi della volta

Domenica 19 novembre giornata di “Cantiere aperto” nella chiesa convento sulla strada collinare di Saluzzo. L’attività sarà aperta sabato alle scuole e presentata al vescovo Cristiano Bodo. L’intervento di restauro iniziato nel novembre 2016 si concluderà a Natale. Si raccomandano abbigliamento e calzature adeguate al ponteggio

Saluzzo, Chiesa di San Bernardino, cartiere di restauro della volta a botte

Domenica 19 novembre, giornata di "cantiere aperto" nella chiesa di San Bernardino. Un'occasione unica per salire sui ponteggi ad un palmo di naso dagli affreschi della volta per vedere il cantiere di restauro nella sua fase conclusiva, accompagnati dai progettisti e restauratori.

L'intervento, iniziato nel novembre del 2016 con i lavori di consolidamento della struttura voltata della chiesa,proseguito in primavera con le opere di restauro delle superfici pittoriche, si concluderà entro Natale. Per l'occasione è previsto un concerto inaugurale.

Quella che si conclude è una tappa importante del work in progress che padre Sereno Lovera, (deceduto lo scorso anno) dopo l’avvio dei restauri a carico della chiesa, aveva racchiuso nel “libro dei sogni” una poderosa relazione firmata dagli architetti Maria Luce e Carlo Amedeo Reyneri di Lagnasco, direttori dei lavori, contenente l’elenco degli interventi da fare in base alle urgenze, per il recupero e restauro complessivo dell’edificio sacro. 

Dopo la facciata, nel 2006 spiega Marialuce Reyneri di Lagnasco, eravamo partiti con lotti successivi distribuiti negli anni che hanno interessato alcune cappelle (ne mancano tre da restaurare) l'abside e presbiterio, fino alla volta oggetto dell’attuale intervento.

"La volta a botte lunettata risale al 1753, quando sotto il Padre Michele Leonardo di Verzuolo, la chiesa subì una consistente trasformazione: l'originale copertura lignea era talmente ammalorata che si decise di sopraelevare la navata centrale per realizzare l'attuale copertura voltata.

Il lavoro venne affidato ai pittori Gian Domenico Rosso da Busca e Pietro Antonio Pozzo, che dipinsero la nuova volta con finte architetture di colonne, archi, balconate, logge e finestre, nel pieno spirito “quadraturista” dell’epoca. I due quadri della volta, raffiguranti la Gloria di San Bernardino e la Gloria di Santa Margherita da Cortona, furono eseguiti da Pietro Paolo Operti".

Da allora le superfici pittoriche non erano mai state sottoposte ad alcun intervento di restauro. “Con la giornata di cantiere aperto vogliamo dare l’ opportunità di vedere  da vicino un manufatto di così alto livello pittorico, per far apprezzare la manualità  dei pittori  e l’ ingegno che hanno messo per creare le finte prospettive approfondendo la conoscenza delle diverse fasi di lavorazione proprie di un cantiere di restauro, anche attraverso la visione di immagini che rappresentano il manufatto prima dell'intervento".

Nella giornata di sabato 18 novembre l'attività sarà preceduta dalla presentazione dell'intervento a Monsignor Cristiano Bodo, seguita dalla visita degli studenti dei licei di Saluzzo e nel pomeriggio, da un gruppo di turisti, coordinato dalla Diocesi nell'ambito del programma "Itinerari del Sacro".

La prima visita di domenica mattina, prevista per le 10,30, sarà dedicata ai bambini, in occasione dell'inizio delle attività del catechismo 2017‐18. Verso le 12, al termine della  messa, il cantiere sarà aperto al pubblico, con visite che si succederanno nel pomeriggio ogni 30 minuti a partire dalle 14,30, fino alle 17.

Per la visita si raccomanda abbigliamento e calzature adeguate alla fruizione del ponteggio.

vilma brignone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore