/ Scuole e corsi

Spazio Annunci della tua città

Delizioso monolocale a 800 mt dal mare, ideale come seconda casa, completamente arredato con struttura divano letto e...

Causa trasloco vendo stufa in ottime condizioni (usata 3 anni) Vi prego di valutare le caratteristiche sul sito...

Pannello solare,Veranda FIAMMA, Portabici FIAMMA 4 canaline, TV e decoder in mobiletto dedicato, Antenna digitale,...

Strepitosa occasione composta da soggiorno più angolo cottura due camere ,,gran terrazzo più grande giardino...

Che tempo fa

Cerca nel web

Scuole e corsi | martedì 14 novembre 2017, 17:45

"Nessun parli" al liceo Soleri-Bertoni di Saluzzo: il 21 novembre sarà completamente dedicato a musica, canto e arte

La scuola secondaria saluzzese ha infatti aderito alla giornata di “Musica e arte oltre la parola” indetta dal Miur

Martedì 21 novembre, al Liceo Soleri Bertoni, la “parola d’ordine” sarà: “Nessun Parli”. La scuola secondaria saluzzese ha infatti aderito alla giornata di “Musica e arte oltre la parola” indetta dal Miur. E, proprio il Ministero della Pubblica Istruzione, descrive così l’iniziativa: “Una giornata durante la quale tutte le studentesse e gli studenti dovranno solo cantare, suonare o svolgere attività di produzione artistica, anche performativa, e coerente con l’innovazione didattica e digitale”.

Al dinamico liceo Soleri-Bertoni, un pool di docenti e studenti ha declinato la proposta in maniera davvero sensazionale e singolare. "Le iniziative legate al tema del concorso sono state pensate come attività formative, oltre che performative. E' stato individuato un tema di fondo che dia coerenza ai vari momenti della giornate, affinché la partecipazione alla manifestazione sia per tutti un'occasione di riflessione e di approfondimento. Il leitmotiv dell'evento sarà il carattere di universalità della musica: musica come realtà che consente di comunicare, di condividere, di costruire ponti verso altri superando i confini, musica come linguaggio senza tempo, come armonia di pensiero e di azioni, come strumento di inclusione, di pace e di riconciliazione".

In che modo avverrà tutto questo? Nel pomeriggio di martedì 21 novembre, la scuola sarà aperta a tutti, e non solo alla popolazione scolastica, e dalle 18 alle 22 diventerà un autentico, grande, padiglione musicale e artistico, un vero e proprio caleidoscopio di note e arte, che vedrà sì gli studenti quali assoluti protagonisti, ma non da soli, bensì legati al territorio, attraverso la presenza di gruppi musicali esterni alla scuola, in un vero e proprio laboratorio creativo. Le varie aule del liceo saluzzese si trasformeranno in sale di musica e il pubblico potrà spostarsi liberamente per seguire le tante proposte. Ed è lo staff di “Nessun Parli” a presentarci i principali aspetti: "Vi saranno: l’esibizione di singoli musicisti e dei gruppi musicali composti dagli studenti dell’Istituto; la “share your playlist”, ovvero la condivisione da parte degli studenti delle proprie playlist; il “Drawing a song”, con un gruppo di studenti impegnato a disegnare e dipingere ascoltando la musica; la “musica sulle macerie”, con proiezioni di filmati che esaltano il potere della musica come strumento di pace e ricostruzione; la “musica dal mondo e nel mondo”, con una sala adibita all’ascolto di musiche provenienti da altre culture".

Il piatto forte della giornata sarà rappresentato da una performance interartistica e interdisciplinare che, partendo dal Fregio di Beethoven di Klimt, si animerà con scenografie appositamente ideate, letture di testi teatrali creati ex novo dagli studenti e, grazie alla partecipazione del coro di Istituto, del gruppo di danza, del coro esterno dei Polifonici del Marchesato, si trasformerà in un autentico flash mob. Il “Nessun Parli” made in Liceo Soleri-Bertoni, diventerà un video che parteciperà allo specifico concorso nazionale indetto dal Miur e si concluderà con un momento conviviale di amicizia e di condivisione.

cs

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore