/ Sanità

Che tempo fa

Cerca nel web

Sanità | giovedì 16 novembre 2017, 11:50

A Cuneo un progetto per ridurre i tempi di attesa per TAC e Risonanza Magnetica al Santa Croce

Al momento si aggirano sui 70 giorni. Verrà presentato sabato alla Fondazione CRC, che lo finanzia. Interverrà l'assessore regionale Antonio Saitta

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Sabato 18 novembre, alle 12, l'assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta - già precedentemente a Busca per inaugurare la Casa della Salute - interverrà presso la sala riunioni della Fondazione CRC alla presentazione del progetto del Santa Croce per la riduzione delle liste di attesa in Radiologia.

Interverranno il direttore generale del Santa Croce e Carle Corrado Bedogni, il direttore della Radiologia e capo del dipartimento interaziendale dei Servizi Maurizio Grosso, il presidente della Fondazione CRC (che finanzia il progetto) Giandomenico Genta.

Un appuntamento importante, che punta a migliorare, appunto, le tempistiche per poter effettuare in particolare una Tac o una risonanza magnetica, esami per i quali si deve attendere anche due o tre di mesi. Per una mammografia il sito dell'ospedale riporta 203 giorni di attesa per poter effettuare l'esame.

Il progetto punta a ridurre questi tempi, sicuramente ampliando gli orari di disponibilità di macchinari e personale ma anche riducendo, ove possibile, l'inappropriatezza delle prescrizioni. Una tac o una risonanza spesso vengono prescritte senza che ci sia una reale necessità, come evidenziano dall'ufficio stampa dell'ospedale. Dall'altro lato, in caso di sospetto di patologie importanti, i pazienti godono di corsie preferenziali, finalizzate a ridurre notevolmente, quando non ad azzerare, i tempi d'esame.

bsimonelli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore