/ Sanità

Che tempo fa

Cerca nel web

Sanità | sabato 18 novembre 2017, 16:07

Al Santa Croce e Carle di Cuneo Tac e risonanza magnetica il venerdì fino alle 23 e il sabato mattina (VIDEO)

Iniziato un periodo di sperimentazione di orari estesi per alcuni esami di radiologia diagnostica. Finanziamento di 100mila euro della Fondazione CRC per ridurre le liste d'attesa. Ma si punta anche a ridurre le prescrizioni inappropriate

Da sinistra Genta, Saitta e Bedogni

Da sinistra Genta, Saitta e Bedogni

La Fondazione CRC è da sempre vicina all'Azienda Ospedaliera di Cuneo, il Santa Croce e Carle. Lo è da Fondazione bancaria, con i soldi. Utilizzati per l'acquisto di macchinari sempre più sofisticati e costosi. Ma avere dei macchinari e non usarli al 100% è quasi un paradosso, a maggior ragione quando le liste d'attesa, per alcuni esami, in particolare di Radiologia diagnostica, sono davvero lunghi.

Ecco che stamattina è stato presentato, proprio nella sede della Fondazione CRC, un progetto iniziato già da un mese, che durerà fino a fine maggio 2018 e finanziato con 100mila euro, teso proprio ad ampliare gli orari di funzionamento di questi macchinari.

Una sperimentazione che, come ha evidenziato il Presidente Giandomenico Genta, si ha tutta l'intenzione di mettere a sistema. Anche a livello regionale, come ha dichiarato l'assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta, che sul tema liste d'attesa sta concentrando molti degli sforzi del suo assessorato. "E' uno dei progetti più interessanti di quest’anno, perché ci tocca tutti", ha evidenziato ancora Genta.

Ma in che modo funzionerà la sperimentazione? Su due fronti: il primo è quello di ampliare gli orari per effettuare gli esami, il secondo è quello di ridurre le prescrizioni inappropriate, intervendo anche con i medici di base, attraverso la formazione e l'aggioonamento. Inoltre, sono previste due corsie differenti a seconda che si tratti di esami urgenti o esami programmati.

Qualche dato: nel 2016 la Radiologia ha effettuato 167.476 prestazioni. Il progetto di ampliamento dell'orario di accesso al pubblico per le prestazione di RM (risonanza magnetica) e TC (Tac) prevede questo:

il servizio TAC al Carle verrà incrementato restando aperto anche dalle 16 alle 20 dal lunedì al giovedì. Con lo stesso orario, anche un venerdì al mese. Un incremento di 512 ore che si tradurrà in 1550 esami, comprensivi di TC Body e AngioTC). L'incremento, pertanto, è del 14,63% per le TC Body e addirittura del 62% per l'Angio TC.

Questo, ovviamente, si dovrà tradurre in un abbattimento delle liste d'attesa, una priorità a livello regionale.

Per la Risonanza l'incremento sarà di un'ora e mezza il mercoledì, cioè dalle 14 alle 15.30, con un +6% di prestazioni, 48 ore in più.

Novità anche per il servizio di risonanza Neuroradiologica: orario ampliato dalle 19 alle 20 dal lunedì al giovedì, dalle 13 alle 14 il sabato e per due sabati al mese orario 7-14. 248 ore in più, pari a circa 500 esami e al 11,5%.

Da gennaio 2018 l'orario sarà esteso maggiormente: possibilità di RM neuro dalle 19 alle 20 dal lunedì al giovedì, dalle 19 alle 23 due venerdì al mese, sabato dalle 13 alle 14, un sabato al mese dalle 7 alle 14.

RM body/arti: dalle 19 alle 23 un venerd' al mese; TAC body: dalle 16 alle 20 da lunedì a giovedì, dalle 16 alle 23 un venerdì al mese.

Al di là dei numeri, si prevede un abbattimento cospicuo delle liste di attesa, in concertazione con tutto il territorio provinciale e quindi con le ASL.

 

 

Bsimonelli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore