/ Economia

Che tempo fa

Cerca nel web

Economia | martedì 21 novembre 2017, 09:30

Carrù: il Consorzio del Bue Grasso si presenta

Esposto nelle macellerie e nei ristoranti aderenti, il logo del consorzio di tutela rappresenterà per i consumatori la garanzia assoluta di acquistare e consumare con sicurezza

Nato da un'idea di quattro amici del bue grasso di Carrù nel 2006, il Consorzio del Bue Grasso è stato costituito da un gruppo di allevatori autoctoni carrucesi di Razza Piemontese in collaborazione con l’Amministrazione Comunale nel novembre 2014.

Il secolare e stretto legame dell’uomo con questo forte e mite animale con cui ha condiviso nei secoli tanta fatica e sofferenza, insieme al fascino della grande fiera spiegano l’alta adesione al consorzio dei nostri allevatori che ad oggi sono 48 con più di 150 capi iscritti.

Gli obiettivi:

- rilanciare questo tipo di allevamento nei 72 comuni della zona tipica della fiera del bue grasso di Carrù

- garantire il consumatore finale

- assicurare un futuro alla nostra grande fiera

Il disciplinare di produzione, tra le cose più importanti prevede:

- il rispetto assoluto del benessere animale

- che i manzi e i buoi siano tutti esclusivamente di razza piemontese

- che a tutti i capi venga prelevato un campione di sangue che conservato permetterà di verificare il DNA dell’animale fino nel piatto del consumatore finale.

Esposto nelle macellerie e nei ristoranti aderenti, il logo del consorzio di tutela rappresenterà per i consumatori la garanzia assoluta di acquistare e consumare con sicurezza manzi e buoi del consorzio di tutela del bue grasso di Carrù. 

Per maggiori informazioni consultare www.consorziobuegrassocarru.it/oppure mandare una e-mail a info@consorziobuegrassocarru.it.

informazione pubblicitaria

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore