/ Politica

Spazio Annunci della tua città

Scooter usato con tettino parapioggia batterie ok funziona tutto con gomme e camera d`aria.

Ducato 160 CV, super accessoriato, 2 condizionatori, gruppo elettrogeno Honda 3 Kw con accensione automatica, pannelli...

Delizioso monolocale a 800 mt dal mare, ideale come seconda casa, completamente arredato con struttura divano letto e...

Causa trasloco vendo stufa in ottime condizioni (usata 3 anni) Vi prego di valutare le caratteristiche sul sito...

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | martedì 21 novembre 2017, 16:45

Mondovì: ordine del giorno per aderire al "Patto dei sindaci"

Il documento, sottoscritto dai consiglieri di minoranza Magnino, Tarolli, Barello e D'Agostino, verrà presentato e discusso in Consiglio comunale

Mondovì-"Patto dei sindaci": un matrimonio che s'ha da fare? Sì, almeno stando alla volontà dei consiglieri comunali di minoranza Paolo Magnino, Stefano Tarolli, Laura Barello e Luciano D'Agostino, i quali presenteranno in occasione della prossima seduta un ordine del giorno imperniato proprio su tale argomento.

Ne riportiamo di seguito gli stralci principali.

RISCALDAMENTO GLOBALE -"I governi locali svolgono un ruolo decisivo nella mitigazione degli effetti conseguenti al cambiamento climatico, soprattutto se si considera che l'80% dei consumi energetici e delle emissioni di CO2 è associato alle attività urbane. Il "Patto dei sindaci" è la prima e più ambiziosa iniziativa della Commissione Europea rivolta direttamente agli enti locali e ai loro cittadini, affinché essi svolgano un ruolo di rilievo nella lotta contro il riscaldamento globale. Tutti i firmatari del Patto assumono l'impegno volontario e unilaterale di superare gli obiettivi dell'UE sulla riduzione delle emissioni di CO2, riducendone del 40% le emissioni entro il 2030. Per le sue singolari caratteristiche, il Patto dei sindaci è considerato dalle istituzioni europee come un eccezionale modello di governance multilivello".                                                                   

CONSIDERAZIONI - "Al di là del risparmio energetico, i benefici delle azioni dei firmatari sono molteplici: la creazione di posti di lavoro stabili e qualificati non subordinati alla delocalizzazione, un ambiente e una qualità della vita più sani, un'accresciuta competitività economica e una maggiore indipendenza energetica. Al fine di tradurre il loro impegno politico in misure e progetti concreti, i firmatari del Patto si impegnano a preparare un inventario di base delle emissioni, a presentare, entro l'anno successivo alla firma, un piano d'azione per l'energia sostenibile in cui sono delineate le azioni principali che essi intendono avviare e, successivamente, a pubblicare periodicamente i rapporti indicanti lo stato di attuazione del piano d'azione e i risultati intermedi. Nello svolgere questi compiti, i singoli Comuni possono contare sul diversi efficaci strumenti fra i quali gli "esempi di eccellenza" (una banca dati di buone prassi creata dai firmatari del Patto) e il catalogo dei piani d'azione per l'energia sostenibile, che illustra gli obiettivi fissati dagli altri firmatari e le misure chiave che questi hanno identificato per il loro raggiungimento. Inoltre, ulteriori vantaggi dell'adesione al Patto sono: l'approvazione e il sostegno dell'Unione Europea, la disponibilità di finanziamenti messi a disposizione dall'UE per i firmatari del Patto, la pubblicizzazione dei risultati conseguiti sul sito web del Patto".     

RICHIESTA - In caso di approvazione dell'ordine del giorno da parte del Consiglio comunale, esso obbligherà il sindaco e la Giunta "a formalizzare, in tempi brevi, l'adesione della città di Mondovì al "Patto dei sindaci", dandone la massima evidenza tramite il sito internet comunale e gli organi di stampa locali".  

 

Alessandro Nidi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore