/ Politica

Spazio Annunci della tua città

Frazione Diano Serreta, a soli 3,5 km dalle spiagge in splendida posizione con vista mare, vendesi casa...

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Da ristrutturare, su due piani con cantina interrata, portico annesso e garage esterno a parte, con terreno annesso di...

Affittasi trilocale 4/6 posti letto in Residence Blue Marine. Uso degli impianti sportivi piscina tennis bocce palestra...

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | martedì 21 novembre 2017, 16:45

Mondovì: ordine del giorno per aderire al "Patto dei sindaci"

Il documento, sottoscritto dai consiglieri di minoranza Magnino, Tarolli, Barello e D'Agostino, verrà presentato e discusso in Consiglio comunale

Mondovì-"Patto dei sindaci": un matrimonio che s'ha da fare? Sì, almeno stando alla volontà dei consiglieri comunali di minoranza Paolo Magnino, Stefano Tarolli, Laura Barello e Luciano D'Agostino, i quali presenteranno in occasione della prossima seduta un ordine del giorno imperniato proprio su tale argomento.

Ne riportiamo di seguito gli stralci principali.

RISCALDAMENTO GLOBALE -"I governi locali svolgono un ruolo decisivo nella mitigazione degli effetti conseguenti al cambiamento climatico, soprattutto se si considera che l'80% dei consumi energetici e delle emissioni di CO2 è associato alle attività urbane. Il "Patto dei sindaci" è la prima e più ambiziosa iniziativa della Commissione Europea rivolta direttamente agli enti locali e ai loro cittadini, affinché essi svolgano un ruolo di rilievo nella lotta contro il riscaldamento globale. Tutti i firmatari del Patto assumono l'impegno volontario e unilaterale di superare gli obiettivi dell'UE sulla riduzione delle emissioni di CO2, riducendone del 40% le emissioni entro il 2030. Per le sue singolari caratteristiche, il Patto dei sindaci è considerato dalle istituzioni europee come un eccezionale modello di governance multilivello".                                                                   

CONSIDERAZIONI - "Al di là del risparmio energetico, i benefici delle azioni dei firmatari sono molteplici: la creazione di posti di lavoro stabili e qualificati non subordinati alla delocalizzazione, un ambiente e una qualità della vita più sani, un'accresciuta competitività economica e una maggiore indipendenza energetica. Al fine di tradurre il loro impegno politico in misure e progetti concreti, i firmatari del Patto si impegnano a preparare un inventario di base delle emissioni, a presentare, entro l'anno successivo alla firma, un piano d'azione per l'energia sostenibile in cui sono delineate le azioni principali che essi intendono avviare e, successivamente, a pubblicare periodicamente i rapporti indicanti lo stato di attuazione del piano d'azione e i risultati intermedi. Nello svolgere questi compiti, i singoli Comuni possono contare sul diversi efficaci strumenti fra i quali gli "esempi di eccellenza" (una banca dati di buone prassi creata dai firmatari del Patto) e il catalogo dei piani d'azione per l'energia sostenibile, che illustra gli obiettivi fissati dagli altri firmatari e le misure chiave che questi hanno identificato per il loro raggiungimento. Inoltre, ulteriori vantaggi dell'adesione al Patto sono: l'approvazione e il sostegno dell'Unione Europea, la disponibilità di finanziamenti messi a disposizione dall'UE per i firmatari del Patto, la pubblicizzazione dei risultati conseguiti sul sito web del Patto".     

RICHIESTA - In caso di approvazione dell'ordine del giorno da parte del Consiglio comunale, esso obbligherà il sindaco e la Giunta "a formalizzare, in tempi brevi, l'adesione della città di Mondovì al "Patto dei sindaci", dandone la massima evidenza tramite il sito internet comunale e gli organi di stampa locali".  

 

Alessandro Nidi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore