/ Alba e Langhe

Che tempo fa

Cerca nel web

Alba e Langhe | mercoledì 06 dicembre 2017, 20:45

Importanti novità sotto l'albero di Natale per il Lions Club Alba Langhe

Vista, giovani e territorio al centro dell'opera del sodalizio albese

I due progetti che vedranno la luce prima della fine del 2017 sono legati al mondo della vista e dei giovani, da sempre due cavalli di battaglia del lionismo in tutto il mondo”.

Sono le parole del presidente del Lions Club Alba Langhe Giuseppe Rossetto, che spiega: “In primo luogo abbiamo deciso di accogliere di buon grado una delle iniziative legate al 'Progetto Scuola' presentato dal nostro distretto, il 108Ia3, portando lo screening per l'ambliopia, la cosiddetta sindrome dell'occhio pigro, nelle scuole materne del nostro territorio, iniziando da Mussotto”.

Un altro progetto prossimo al raggiungimento del suo traguardo è legato agli adolescenti e, più precisamente, al Breakdown Adolescenziale, ovvero tutte le minacce che possono minare la crescita evolutiva ed armonica dei nostri giovani, cyberbullismo e disturbi alimentari, solo per citarne alcuni, rischi che oltre ad incidere sulla sfera psichica di ragazze e ragazzi, hanno anche ripercussioni in ambito fisico e fisiologico.

Da ormai tre anni – spiega Rossetto – il Lions Club Alba Langhe è impegnato in una campagna di ricerca e sensibilizzazione sul tema e questo impegno duraturo ha visto uno sbocco naturale nel sostegno al libro 'Breakdown adolescenziale: sfide e risorse' redatto dal dottor Federico Amianto ed a cura della nostra socia Giovanna Bergui, con il patrocinio del Dipartimento di neuroscienze dell'Università di Torino”.

In primavera il nostro club promuoverà inoltre una tavola rotonda sul tema dell'acqua, risorsa strategica e fonte di vita.

Proprio queste due anime del cosiddetto oro blu saranno al centro del progetto: da un lato approfondiremo la gestione del ciclo idrico integrato sul nostro territorio, mentre dall'altro andremo ad affrontare gli aspetti più 'alti' ed etici dell'acqua” continua Rossetto, che così conclude: “Di pari passo a tutto ciò continuiamo a celebrare il cinquantesimo anniversario di fondazione del nostro club Alba Langhe, raccogliendo materiale per una pubblicazione con il coordinamento del cerimoniere di club Maria Angela Monte e stiamo valutando l'opportunità di sostenere il recupero di una significativa risorsa di memoria storica della città di Alba”.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore