/ Cuneo e valli

Spazio Annunci della tua città

Scooter usato con tettino parapioggia batterie ok funziona tutto con gomme e camera d`aria.

Ducato 160 CV, super accessoriato, 2 condizionatori, gruppo elettrogeno Honda 3 Kw con accensione automatica, pannelli...

Delizioso monolocale a 800 mt dal mare, ideale come seconda casa, completamente arredato con struttura divano letto e...

Causa trasloco vendo stufa in ottime condizioni (usata 3 anni) Vi prego di valutare le caratteristiche sul sito...

Che tempo fa

Cerca nel web

Cuneo e valli | mercoledì 06 dicembre 2017, 19:37

Cuneo, frazione Bombonina: si pensa alla costruzione di una nuova struttura polivalente dedicata ai giovani

Nella serata di oggi, mercoledì 6 dicembre, si è riunita la Seconda Commissione Consiliare: spazio anche alla costruzione di un nuovo immobile in Corso Alcide De Gasperi

La seconda commissione riunitasi questa sera

Corso Alcide De Gasperi e frazione Bombonina: queste le due zone al centro della discussione affrontata dalla Seconda Commissione Consiliare di Cuneo, riunitasi questa sera alle 18 in Sala Vinaj.

Su Corso Alcide De Gasperi si è già intervenuto con ben tre Piani di Coordinamento per un totale di superficie costruita pari a 25 mila metri quadri sui 51 disponibili - ha detto l’assessore Luca Serale in apertura - . Abbiamo ricevuto la richiesta di costruire tra il quartiere Donatello e la zona residenziale annessa su Via Vecchia di Borgo, un nuovo immobile di poco più di 6 mila metri quadrati”.

L’ingegner Elena Lovera: “Non si conosce ancora, in questa fase, la destinazione d’utilizzo dell’immobile ma il 40% di esso dovrà essere residenziale e il 30% destinato al settore terziario-commerciale, percentuali a cui si dovrà aggiungere un’ulteriore quota a discrezione assoluta del richiedente. Gli uffici hanno verificato l’aderenza della richiesta al Piano Regolatore, e siamo favorevoli alla realizzazione”.

Dubbi dal MoVimento 5 Stelle, rappresentato dai consiglieri Manuele Isoardi e Silvia Cina: “In città ci sono ancora spazi inutilizzati, nonostante la richiesta di case popolari: ci chiediamo il senso di continuare a costruire".

La risposta dal consigliere Luca Pellegrino: “E’ la proposta di un libero cittadino, legittima perché prevista dal Piano Regolatore. Non stiamo autorizzando nulla nei fatti, diamo solo la disponibilità di agire al richiedente, con i suoi tempi”.

Si è quindi passato al secondo argomento, introdotto ancora una volta dall’assessore Serale, che ha mostrato il luogo in cui nella richiesta giunta all’amministrazione dalla parrocchia di Bombonina si vorrebbe edificare un’area polivalente a fini sociali, ovvero la zona adiacente alla parrocchia locale.

L’area, che sarà di circa 210 metri quadri di superficie, sarà ubicata in una zona attualmente adibita a orto ma non utilizzata e si comporrà nei fatti di una tettoia aperta e pavimentata e di un locale chiuso da utilizzare per associazioni e gruppi vari.

Presente in sala Vinaj anche Pietro Fiocco, vicepresidente del Comitato frazionario e presidente dell’ACLI, che ha illustrato come l’idea della struttura sia arrivata dai cittadini in modo volontario e finanziato attraverso un bando della Cassa di Risparmio e le donazioni di alcuni cittadini: “Vorremmo fosse un vero e proprio centro di aggregazione. Abbiamo già idee per ampliarne gli utilizzi, in futuro, andando a comprendere diverse attività dedicate ai 180 ragazzi che presumiamo raccoglierebbe”.

Sostegno trasversale, da parte di praticamente tutti i presenti, alla proposta, in particolar modo dal consigliere Gianfranco Demichelis (lui stesso frazionista) e da Silvia Cina.

simone giraudi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore