/ Cuneo e valli

Spazio Annunci della tua città

Scooter usato con tettino parapioggia batterie ok funziona tutto con gomme e camera d`aria.

Ducato 160 CV, super accessoriato, 2 condizionatori, gruppo elettrogeno Honda 3 Kw con accensione automatica, pannelli...

Delizioso monolocale a 800 mt dal mare, ideale come seconda casa, completamente arredato con struttura divano letto e...

Causa trasloco vendo stufa in ottime condizioni (usata 3 anni) Vi prego di valutare le caratteristiche sul sito...

Che tempo fa

Cerca nel web

Cuneo e valli | mercoledì 06 dicembre 2017, 19:30

Sulle carni bovine marchio di qualità dei Macellai tradizionali della provincia di Cuneo: accordo tra Confcommercio e Asprocarne

L’accordo prevede che sul cartello dell’etichettatura volontaria possano essere inseriti l’allevamento, il luogo di macellazione e sezionamento, il sesso dell’animale ed altre informazioni

Permettere agli aderenti al marchio di qualità “Macellai tradizionali della provincia di Cuneo” di inserire maggiori informazioni sulle note informative previste dall’etichettatura delle carni bovine.

È quanto previsto dall’accordo di collaborazione tecnica recentemente firmato da Confcommercio-Imprese per l’Italia della provincia di Cuneo, nella persona del suo presidente Luca Chiapella, con Franco Martini presidente di Asprocarne Piemonte, alla presenza di Chiaffredo Ciancia, presidente del sindacato Macellai tradizionali Federcarni, aderente a Confcommercio e di Simone Mellano, direttore di Asprocarne Piemonte.

L’accordo prevede che sul cartello dell’etichettatura volontaria possano essere inseriti le informazioni che normalmente non compaiono, quali, per esempio, l’allevamento, il luogo di macellazione e sezionamento, il sesso dell’animale, informazioni volontarie da parte degli aderenti al Marchio “Macellai tradizionali della provincia di Cuneo” sulle carni bovine vendute presso le proprie macellerie; Asprocarne Piemonte provvederà all’attività tecnica prevista dal controllo e gestione.

Con questo atto Confcommercio-Imprese per l’Italia-della provincia di Cuneo intende sempre più valorizzare l’attività svolta dai propri associati macellai, oltre che l’uso stesso del marchio.

Vogliamo permettere al Consumatore – afferma Chiaffredo Ciancia, presidente del Sindacato Macellai tradizionali - di poter disporre di sempre maggiori informazioni riguardanti la carne che acquista presso le Macellerie tradizionali”.

Confcommercio, attraverso il suo Sindacato dei Macellai tradizionali – afferma Luca Chiapella, presidente di Confcommercio della Granda – vuole essere sempre più a fianco degli associati di settore e questo accordo va nella direzione di informare con maggiore chiarezza i Consumatori”.

Siamo molto soddisfatti di aver raggiunto questo accordo con il sindacato dei macellai tradizionali della Confcommercio di Cuneo – afferma il presidente di Asprocarne Piemonte Franco Martini - L’etichettatura del prodotto è da sempre un cavallo di battaglia per l’Asprocarne e per gli allevatori piemontesi di bovini da carne. Grazie a questo accordo i consumatori sapranno in modo chiaro e verificato da quale allevamento proviene la carne bovina che acquisteranno.

Un forte legame col territorio per rilanciare sempre più la carne bovina piemontese sul mercato”.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore