/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Frazione Diano Serreta, a soli 3,5 km dalle spiagge in splendida posizione con vista mare, vendesi casa...

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Da ristrutturare, su due piani con cantina interrata, portico annesso e garage esterno a parte, con terreno annesso di...

Affittasi trilocale 4/6 posti letto in Residence Blue Marine. Uso degli impianti sportivi piscina tennis bocce palestra...

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | giovedì 07 dicembre 2017, 07:15

Fabrizio Gavosto al Parlamento europeo per parlare di circo e inclusione

Oggi si è tenuto un incontro a Bruxelles con il patron di Mirabilia tra i relatori

Fabrizio Gavosto

C’era anche Fabrizio Gavosto, direttore artistico del Festival Internazionale Mirabilia, tra i relatori che ieri (mercoledì) hanno parlato davanti al Parlamento europeo a Bruxelles per raccontare le esperienze messe in campo per abbattere le differenze e migliorare l’inclusione attraverso l’arte di strada.

Lo scopo del seminario era di valutare l’arte di strada come disciplina autonoma e condividere le buone pratiche da sviluppare in tutte le arti outdoor per consentire uno sviluppo sostenibile e una crescita degli spazi urbani che puntino all’inclusione e alla partecipazione.

La giornata si è sviluppata attraverso due diversi gruppi di lavoro: uno che ha esaminato il contributo multidimensionale delle arti di strada alla società toccandone il duplice aspetto di cultura e creatività e discutendo dell’impatto di questo fenomeno sulla cittadinanza e la diversita.

Il secondo gruppo ha valutato il ruolo degli artisti e si è soffermata sul valutare come l’Unione europea possa supportarne il lavoro.

Oltre a Fabrizio Gavosto, sono stati invitati a questo seminario Angus MacKechnie, direttore dello Independent Street Arts Network, Billy Read, uno street dancer e istruttore di danza non udente, la Federazione nazionale delle Arti di Strada francese, HorsLesMurs e Circostrada; Ana Monro Theater della Slovenia, Bev Adams, artista, produttore e direttore artisstica, Bicycle Ballet, Write Night di Bruxelles e la Superior School of Circus Arts.

E’ stato molto emozionante raccontare ai parlamentari e alla Commissione europea l’esperienza di Mirabilia e confrontarsi sul teatro di strada – ha detto Fabrizio Gavosto -. Street Arts for Inclusive Societies è stato un seminario dedicato agli europarlamentari e pensato e organizzato grazie all’interessamento di Socialists and Democrats Group in the European Parliament e al ruolo dell’europarlamentare Silvia Costa.

Ho sempre creduto nel ruolo delle arti di strada e del circo per l’inclusione. Nell’edizione 2017 c’è stato un intero workshop di Circostrada dedicato proprio a questo argomento e negli anni abbiamo ospitato artisti diversamente abili e abbiamo messo in relazione gli artisti con tantissimi tipi di pubblici.

Abbiamo lavorato sulla differenza di genere, la disabilità, le migrazioni. È un bel segnale per queste discipline l’attenzione che ha posto il Parlamento Europeo”.

Agata Pagani

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore