/ Eventi

Eventi | 11 dicembre 2017, 13:31

Il coro Le Verdi Note dell’Antoniano, per festeggiare il restauro della volta della chiesa di San Bernardino

Domenica 17 dicembre alle 17 concerto in chiesa. Il lavoro di restauro rientra in un lungo percorso di riqualificazione dell’edificio sacro iniziato nel 2003

Saluzzo, Chiesa di San Bernardino, la volta affrescata

Saluzzo, Chiesa di San Bernardino, la volta affrescata

Il restauro delle superfici affrescate della volta della navata della Chiesa di San Bernardino da Siena, a Saluzzo, saranno inaugurate domenica 17 dicembre alle 17 con lo spettacolo musicale del coro "Le Verdi Note" dell’Antoniano di Bologna.

Dopo l'intervento di restauro, l'antica chiesa di proprietà della provincia dei Frati Minori, edificata a partire dal 1471 e sopraelevata nel 1753, quando venne realizzata l'attuale copertura voltata, si appresta a rivivere il suo antico splendore. Il costo delle opere è stato sostenuto dai Frati Minori, insieme al contributo della Compagnia di San Paolo e della Fondazione CRT. Si è  quasi interamente concluso un lungo percorso di riqualificazione dell'edificio iniziato nel 2003 con il restauro della facciata della chiesa e proseguito negli anni a seguire, con lotti d'intervento successivi, che hanno interessato gran parte delle cappelle interne, l'abside e il presbiterio.

"È stato un lungo cammino, ma di grande soddisfazione ‐ dicono gli architetti Carlo Amedeo e Marialuce Reyneri di Lagnasco, i fratelli progettisti e direttori lavori degli interventi di restauro ‐ . Ci fa un grandissimo piacere vedere quasi completato un percorso iniziato con padre Sereno Lovera e da lui definito nel 2005 "il libro dei sogni".

I lavori di questo ultimo lotto sono iniziati un anno fa con le opere di consolidamento strutturale della volta seguite dall'Ing. Andrea Giannantoni, docente dell'Università di Ferrara, e sono poi proseguiti in estate con il restauro delle superfici pittoriche ad opera dell'Impresa Gerso Restauro Opere d'Arte.

"Sin dall'inizio del cantiere si è creato un ottimo clima di collaborazione tra le diverse professionalità coinvolte e soprattutto i sopralluoghi congiunti con i funzionari di Soprintendenza sono sempre stati momenti di confronto molto costruttivi."

Quasi 500 persone, cittadini, il vescovo Cristiano Bodo, gli alunni delle scuole, prima della smontaggio del ponteggio, hanno avuto l’opportunità di salire, nelle giornate  di "Cantiere Aperto" a 15 metri di altezza per ammirare, a distanza ravvicinata, l’esplosione di affreschi sulla volta dell’edificio sacro.  A completare l'intero percorso, mancano solo più quattro cappelle interne, dove lo stato di degrado al momento è meno preoccupante.

Nelle parole di padre Giuliano Selti, parroco e guardiano del convento: “Il progetto ha recuperato un luogo stupendo e lo restituisce alla gente, perché possa viverlo e frequentarlo come meglio ritiene."

Per celebrare l'avvenimento il 17 dicembre, il coro de Le Verdi Note dell’Antoniano di Bologna, diretto dal Maestro Stefano Nanni, sarà protagonista di uno spettacolo musicale inedito e di grande coinvolgimento che trasporterà nelle atmosfere del Natale, con gli occhi allo splendore della volta restaurata.  

vilma brignone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium