/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 16 dicembre 2017, 11:10

Fossano: il Museo Diocesano accoglie il Natale con la presentazione di un dipinto appena restaurato

Si tratta di un olio su tela proveniente dal Monastero Cistercense della Santissima Annunziata

Fossano: il Museo Diocesano accoglie il Natale con la presentazione di un dipinto appena restaurato

Anche quest’anno, come da tradizione, il Museo Diocesano di Fossano si presenta puntuale al consueto appuntamento di Natale con l’esposizione al pubblico di un’opera di pregio appena restaurata.

Continua così il fortunato ciclo “L’Arte Salvata” perché salvare opere d’arte messe a repentaglio dal tempo e dall’uomo o destinate all’oblio per restituirle alla comunità è una delle tante finalità che il Museo Diocesano di Fossano e l’Associazione Amici del Museo hanno perseguito negli anni, sin dagli esordi.

Si parla oggi di un dipinto olio su tela di grandi dimensioni, di recente acquisizione e proveniente dal Monastero Cistercense della Santissima Annunziata.Pochi cenni storici sulla vita di quest’opera: nel 1801 il Monastero di Santa Caterina, edificato negli spazi attualmente occupati dalla Casa di Reclusione, fu soppresso come altri ordini religiosi nel periodo napoleonico e solo dopo la Restaurazione le monache fecero la loro ricomparsa a Fossano. Nel 1825 si insediarono in quello che era stato in precedenza il convento dei Francescani Minori Osservanti, soppresso anch’esso dal decreto napoleonico, (i Francescani Conventuali avevano invece dimora nei pressi dell'attuale Piazzetta "delle uova"). Quando parliamo di monache, ci riferiamo alle Monache Benedettine Cistercensi che hanno tuttora sede nel Monastero di via Dell'Annunziata e che hanno custodito nel tempo questo prezioso dipinto, ereditato dai Minori Osservanti che ne furono i committenti e che ora fa parte delle collezioni del Museo. La pala risalente al primo quarto del XVII secolo e raffigurante La Vergine con il Bambino ed i Santi Bernardino da Siena, Agostino, Girolamo, Giovanni Battista e Francesco, è stata definita da Giovanna Galante Garrone come opera di impronta "monregalese" in quanto nelle semplificazioni della parte superiore e nelle connotazioni "incisorie" della parte inferiore richiama analoghi esempi che si possono ritrovare in opere pittoriche di quel territorio.Grazie ad un finanziamento C.E.I. (otto per mille), è stato possibile provvedere al restauro, iniziando con il posizionamento della tela su un nuovo telaio, in quanto l’esistente era irrecuperabile, indi effettuando una pulitura da polveri e fumi con successiva integrazione delle modeste lacune e, particolare curioso, eliminando veli e camici aggiunti dalle monache nel secolo scorso, con intervento censorio sulle nudità.  Il restauro è stato curato dallo Studio Dulcinea e l’opera sarà esposta al Museo Diocesano di Fossano, in via Vescovado 8, a partire da domenica 17 dicembre nei pomeriggi di domeniche e festivi, in orario di apertura museo dalle 15,00 alle 18,30.Negli stessi orari sarà possibile accedere gratuitamente a tutte le sale museali, dove le guide culturali saranno a disposizione per accompagnare i visitatori.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore