/ Cuneo e valli

Che tempo fa

Cerca nel web

Cuneo e valli | 16 dicembre 2017, 16:07

Il caloroso abbraccio della provincia Granda a Beppe Ghisolfi, il Banchiere amico e Ambasciatore dei Consumatori

Passerella di Istituzioni nazionali, ecclesiali, economiche e sociali nel gremito salone del Comune di Cuneo

Il caloroso abbraccio della provincia Granda a Beppe Ghisolfi, il Banchiere amico e Ambasciatore dei Consumatori

 

La provincia Granda si è riunita, con una straordinaria prova di amicizia e affetto, intorno al "Banchiere amico dei Consumatori". Il Presidente della Cassa di risparmio di Fossano Beppe Ghisolfi, insignito questo sabato mattina 16 dicembre in un salone d'onore municipale gremito oltre l'inverosimile a Cuneo, ha contraccambiato l'adesione del pubblico con un intervento di commossa gratitudine e di evidenziazione di quanto realizzato nel corso di questi pionieristici vent'anni al servizio dell'educazione finanziaria e della sensibilizzazione dei Risparmiatori-Consumatori. Con lui l'avvocato Alessio Ghisolfi, referente del comitato premiante, l'assessore comunale cuneese Domenico Giraudo in rappresentanza del Sindaco Federico Borgna, il primo cittadino di Magliano Alpi Marco Bailo, la capogruppo in Regione Gianna Gancia e la collega in Comune a Fossano Anna Mantini. 

Fra i saluti di altissimo prestigio, quelli venuti dall'Ambasciatore Nunzio Alfredo D'Angieri, influente Diplomatico apprezzato in tutto il Mondo, oltre alla solenne presenza di una delegazione delle Guardie del Pantheon coordinate da Giovanni Seia. Altrettanto calorosa la vera e propria benedizione augurale venuta dal Vescovo Monsignor Piero Delbosco, così come le felicitazioni espresse dal Vice Presidente del Senato Roberto Calderoli appositamente accorso da Roma dove è in corso il dibattito sulla legge finanziaria.

Innumerevoli le autorità presenti, dal presidente della fondazione Crf Gianfranco Mondino al suo predecessore Antonio Miglio, dal sindaco di Fossano Davide Sordella alla vicepresidente della Banca Graziella Bramardo, dall'onorevole Giovanna Tealdi al delegato provinciale delle onorificenze cavalleresche Clemente Malvino (Artigiani Fossano) al banchiere avvocato Alberto Rizzo, a dirigenti di categoria come Aurelia Dellatorre (Confcommercio), Danilo  Rinaudo (Consorzio turistico Conitours) e Giuseppe Rossetto (Confapi) e moltissimi altri ancora.

La cerimonia si è conclusa con un brindisi offerto dallo stesso premiato ad auspicio di un 2018 nel segno del potenziamento delle iniziative di sensibilizzazione e promozione economica e finanziaria.

 

Di seguito riportiamo la lettera che ha scritto l'onorevole Mauro Maria Marino che non ha potuto essere presente

Cari Amici,

avrei avuto particolare piacere, oggi, ad essere con Voi per questa lieta giornata, sia perché il tema della difesa e dell'istruzione del consumatore mi è molto caro, sia perché credo, con tutto il cuore, che non vi sia persona più meritevole di un riconoscimento, come quello da Voi oggi assegnato al Presidente Ghisolfi.

La Sua attività nel campo dell'educazione finanziaria è stata infatti straordinaria, caratterizzata da un impegno concreto, sincero e continuativo, esplicatosi attraverso le iniziative organizzate dall'Acri e dalla Cassa di Risparmio di Fossano, indirizzate anche e soprattutto ai nostri ragazzi. Educare le generazioni di risparmiatori futuri è infatti una priorità assoluta per il nostro Paese: la competenza e l'alfabetizzazione finanziaria assumono, di anno in anno, un'importanza sempre maggiore, divenendo elemento imprescindibile della vita della persona e delle famiglie. Pensiamo, soprattutto, alla gestione e alla pianificazione finanziaria ed economica, fattori determinanti per garantire alti livelli di resilienza nei nuclei famigliari innanzi ai momenti di crisi o difficoltà.

Occorre essere consapevoli, e il Presidente Ghisolfi ha sempre dimostrato di esserlo, che la diffusa riduzione del tema dell'educazione finanziaria alla conoscenza del "prodotto" finanziario rischia di mettere in ombra un approccio globale e complessivo che chiama in causa i motivi più profondi e fondanti della cittadinanza economica: la capacità cioè di guardare ad un miglioramento concreto del benessere del cittadino, all'inclusione di soggetti deboli e alla creazione delle condizioni per una effettiva tutela dalla fragilità economica.

Da anni, da pioniere, Beppe Ghisolfi dedica parte del proprio tempo a diffondere questo approccio alla cultura finanziaria, con passione e dedizione. Ne è un esempio brillante il Suo Manuale di Educazione Finanziaria che, sin dalla sua pubblicazione, nel 2014, è divenuto un prezioso contributo alla materia, il cui apprezzamento ha addirittura superato i confini del nostro Paese: ne sono testimonianza l'intensa cooperazione avviata tra la Cassa di Risparmio di Fossano e le istituzioni albanesi, dove l'opera e il lavoro del Presidente divengono, giorno dopo giorno, sempre più un punto di riferimento.

Rinnovando dunque i complimenti per un premio meritatissimo, colgo l'occasione per porgere a tutti i presenti le mie più vive cordialità.




 

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore