/ Cuneo e valli

Che tempo fa

Cerca nel web

Cuneo e valli | 17 dicembre 2017, 18:10

Visite record alla mostra di Jérémy Gobé al Filatoio di Caragliio

Dalla sua apertura il 29 ottobre scorso più di 1.500 visitatori oltre a scuole e insegnanti. Il 26 dicembre e il 7 gennaio visite guidate gratuite alle ore 16

Visite record alla mostra di Jérémy Gobé al Filatoio di Caragliio

Un grande successo per la mostra TERRA DI SETA 400.000 CHILOMETRI DALLA LUNA di Jérémy Gobé al Filatoio di Caraglio, che dalla sua apertura il 29 ottobre scorso ha già registrato oltre 1.500 visitatori. Tante anche le classi che l'hanno scelta come meta culturale per le uscite, oltre 230 tra bambini e insegnanti delle scuole primarie di Caraglio, Roccavione, Boves e Spinetta hanno visitato la mostra dalla grande carica immaginifica e dal profondo significato storico-sociale.

La mostra rimarrà aperta anche nel periodo natalizio, un’ottima occasione per gite fuoriporta e insoliti pomeriggi durante le feste, osservando i seguenti orari: dal giovedì al sabato dalle ore 14.30 alle 19, la domenica e i festivi (escluso il 25 dicembre e il 1 gennaio) dalle 10 alle 19. Il 26 dicembre e il 7 gennaio alle ore 16 sarà inoltre possibile partecipare ad una visita guidata gratuita della mostra TERRA DI SETA 400.000 CHILOMETRI DALLA LUNA con una mediatrice culturale. Sarà così possibile ripercorrere la storia della seta attraverso le sale del Museo del Setificio Piemontese fino ad arrivare al presente e al dialogo con l’arte contemporanea attraverso le opere di Gobé. Con l’opera 400.000 cocoons, realizzata con 400.000 fragili bozzoli, quei bachi da seta che per tre secoli hanno fatto la fortuna del Filatoio, l’artista invita a intraprendere il fantastico viaggio fino alla Luna. La luna, da sempre fonte di ispirazione poetica e filosofica, oggetto di aspirazioni e sospiri, torna nell’audio di una missione Apollo, inserito in un’installazione video che svela i dettagli della tessitura e del lavoro a telaio.

E per continuare il viaggio ideale dalla terra alla luna, i visitatori potranno contribuire personalmente alla costruzione di un filo di 400.000 km per collegare idealmente il Filatoio alla luna. Partecipare all’opera collettiva è semplice, basta portare da casa un rocchetto di filo da cucito, annodarlo al precedente e, grazie ad una bobina meccanica, si darà vita al sottile viaggio immaginario suggerito da Jérémy Gobé, e anche alla metafora della costruzione di una società migliore e solidale attraverso il ruolo dell’arte e il contributo di ciascuno.

 

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium